Moto, Fenati cacciato dal team. Giusta la squalifica? Il sondaggio

Quello di Romano Fenati nella gara di GP2 a Misano è stato un gesto pericoloso. Il team Marinelli Snipers ha esonerato il pilota.

Moto, Fenati cacciato dal team. Giusta la squalifica? Il sondaggio

La gara GP2 di ieri a Misano ha mostrato un basso momento di sport che fortunatamente non ha avuto conseguenze ma è costato al pilota ascolano la permanenza nel team Marinelli Snipers, come si legge sul comunicato ufficiale.

Dopo una lunga bagarre, Romano Fenati, alla guida della Kalex del team Marinelli Snipers, in fase di sorpasso su Stefano Manzi, ha premuto il freno anteriore dell’avversario mettendo a repentaglio la sua incolumità, il tutto a una velocità di oltre 200 km/h.

Per il pilota ascolano è scattata la bandiera nera della squalifica che i giudici sportivi hanno prolungato anche ai prossimi due Gran Premi. Oggi invece è arrivato l’esonero da parte del suo team. Alla prossima gara, indietreggerà anche Manzi sulla griglia di partenza, per una precedente scaramuccia in pista sempre con Fenati.

Fenati esonerato dal team

I piloti sono esseri umani, esposti all’errore e alle debolezze personali, sia in macchina che in moto. Senza parlare delle particolarità del rally, in Formula 1 abbiamo assistito ad insulti da una monoposto all’altra come nel traffico in tangenziale nell’ora di punta, abbiamo visto tamponamenti voluti ruota a ruota e qualche spintone di troppo dopo gli incidenti, come quello di Nelson Piquet che aggredì Eliseo Salazar.

In moto si vede più o meno lo stesso repertorio, anche se bisogna considerare che i piloti sono in equilibrio su due ruote e quindi più inclini alla caduta. In passato abbiamo visto gomitate e prepotenze come tra Max Biaggi e Valentino Rossi, ma quello che è accaduto nella gara di GP2 a Misano durante questo weekend è molto più grave.

Non è stato infatti un gesto dettato dalla rabbia momentanea o dalla competitività, come può essere uno spintone dato più o meno alla cieca mentre si è intenti a guidare, ma è stato un gesto ragionato e pensato per arrecare danno ad un avversario mettendo le mani sulla sua moto, che potenzialmente poteva costare molto caro a Manzi, che invece è riuscito a rimanere in sella.

Nel comunicato del team Marinelli Snipers si legge:

Adesso possiamo comunicare che il Marinelli Snipers Team rescinde il contratto con il pilota Romano Fenati per il suo comportamento antisportivo, inqualificabile, pericoloso e dannoso per l’immagine di tutti. Con estremo rammarico, dobbiamo constatare che il suo gesto irresponsabile abbia messo in pericolo la vita di un altro pilota e non possa essere scusato in alcun modo. Il pilota, da questo momento, non parteciperà mai più ad una gara con il Marinelli Snipers Team. Il team, la Marinelli Cucine stessa, la Rivacold, tutti gli altri sponsor della squadra e tutto il gruppo di persone che lo ha sempre appoggiato, si scusano con tutti i tifosi del Motociclismo mondiale.

È giusta la squalifica a Fenati?

La Direzione Gara ha squalificato Romano Fenati non solo per la gara di Misano ma anche per le gare di Aragon e Buriram, una punizione ritenuta morbida da parte di alcuni piloti come Crutchlow, che ha chiesto il bando del pilota dal motorsport.

Più diplomatici invece Valentino Rossi, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, che ritengono giusta la punizione ma che ritengono vada contestualizzata negli episodi precedenti.

Anche Manzi però avrà la punizione di indietreggiare di sei posizioni in griglia al prossimo Gran Premio: a sette giri dalla fine della gara, i due piloti si sono toccati alla curva 14 quando Manzi ha cercato il sorpasso che ha portato entrambi fuori pista e il giro successivo hanno fatto quasi il bis alla curva 4, anche se senza contatti. Infine, sul rettilineo, è arrivato il gesto folle di Fenati, che Manzi ha commentato così:

Viaggiavo a 217 chilometri orari, mi ha toccato con una pressione sulla leva di 20 bar mentre la pressione media espressa a Misano è di 9 bar, la sua è stata più del doppio.

Manzi è poi caduto due curve più tardi, forse deconcentrato dall’accaduto.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Motorsport

Argomenti:

Motorsport

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.