Industria italiana: crescono gli ordini ma cala il fatturato, sarà ripresa?

Barbara Lorenzo

23 Giugno 2014 - 14:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gli ordinativi dell’industria italiana crescono anche ad aprile, a trainare il rialzo delle commesse il dato estero, mai così bene da fine 2009.

Gli ordinativi crescono del 3,8% ad aprile e del 6,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La crescita mensile degli ordini è quindi esclusivamente merito del «boom» ottenuto fuori dai confini nazionali, mentre sul territorio nazionale le commesse segnano una flessione dello 0,4%, una flessione su cui pesa la negativa perfomance del mercato nazionale.

Vediamo in dettaglio ciò che ha fotografato l’indagine Istat riguardante i dati di aprile 2014.
Gli incrementi più rilevanti degli ordinativi nell’industria riguardano la fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+48%) e la fabbricazione di mezzi di trasporto (+34,6%).
Le contrazioni più consistenti invece, si registrano nella fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-3,9%), nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-3,6%) e nella produzione di prodotti chimici nella produzione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-9,2%), nell’estrazione di minerali da cave e miniere (-2,9%).

Gli investimenti esteri sono positivi, in questo momento di crisi nazionale, lo sviluppo di attività di export e di internazionalizzazione delle imprese potrebbe portare nel medio-lungo periodo un’inversione di tendenza anche per l’economia nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories