Euro2020: l’Italia passa il turno se?

Elisa Corpolongo

11/06/2021

11/06/2021 - 19:26

condividi

L’Euro2020 è finalmente iniziato: vediamo che cosa serve all’Italia per passare il turno e andare agli ottavi di finale.

Euro2020: l'Italia passa il turno se?

Finalmente (e per la gioia di milioni di tifosi) inizia il torneo di Euro2020 e il calcio d’inizio avviene proprio con l’Italia in prima linea contro la Turchia.

Questo torneo sarà il secondo nella storia ad avere la formula a 24 squadre, divise in 6 gironi da 4: ma cosa serve perché l’Italia passi il turno e si qualifichi per gli ottavi di finale? E dagli ottavi in poi, cosa serve perché l’Italia possa continuare a scalare la vetta dell’Europeo 2020?

Per tutti gli appassionati di calcio l’intero torneo è una serie di appuntamenti assolutamente da non perdere. Vediamo in quali casi l’Italia passa il turno e continua il torneo.

In quali casi l’Italia si qualifica per gli ottavi di finale

Secondo le regole del torneo, a passare il turno e a qualificarsi per gli ottavi di finale saranno le 2 migliori squadre di ogni girone, ma anche 4 tra le migliori terze.

Questo significa che l’Italia, perché passi il turno, deve piazzarsi o tra le 2 migliori squadre del girone di appartenenza, oppure tra le 4 migliori terze di tutti i gironi.

E in caso di parità?

Qualora l’Italia si trovi in una situazione che vede un punteggio pari a quello di un’altra squadra (o anche più di una), per stabilire la classifica finale si utilizzerà il seguente criterio:

  • calcolo dei punti negli scontri diretti
  • differenza dei gol negli scontri diretti
  • numero di gol totali realizzati negli scontri diretti

Se anche in questo caso l’Italia dovesse trovarsi in una situazione di parità con una qualsiasi altra squadra, allora alcuni parametri aggiuntivi da prendere in analisi potrebbero essere:

  • differenza complessiva di reti nel girone
  • numero totale di gol effettuati nell’intero girone
  • numero totale di vittorie effettuate nell’intero girone

La condotta fair play in caso di parità

La condotta fair play è un altro elemento che ha valore nella possibile qualificazione o meno dell’Italia. Questa prevede che ci sia un punto di penalizzazione per ogni ammonizione e tre punti in meno per ogni espulsione.

La squadra che risulta aver mantenuto, durante le partite, una condotta fair play migliore rispetto agli altri team sarebbe avvantaggiata.

L’Italia e la possibilità del ripescaggio: le terze classificate

Se malauguratamente l’Italia non dovesse piazzarsi in cima alle classifiche e risultare tra le prime 2 squadre di ogni girone, ci sarà anche la possibilità dei ripescaggi.

Infatti, una volta che verrà redatta la classifica finale di ognuno dei 6 gironi e determinate quali sono le dodici squadre che vanno dirette agli ottavi di finale, ci sarà un confronto tra le 6 terze squadre classificate di ogni girone. Tra di esse, le 4 in classifica con il maggior numero di punti saranno ripescate.

Criteri per chi passa nei ripescaggi in una condizione di parità

Anche in questo caso, qualora sussista una situazione di parità tra due o più squadre, si analizzeranno diversi parametri:

  • differenza nel numero di reti segnate durante la fase a gironi
  • numero di gol mandati a segno durante la fase a gironi
  • numero di vittorie ottenute durante la fase a gironi
  • condotta fair play tenuta durante il girone
  • posizione nella classifica generale

E dagli ottavi di finale in poi, l’Italia passa il turno se?

Dagli ottavi di finale in poi, prende l’avvio la fase a eliminazione diretta e l’emozione degli spettatori aumenta considerevolmente partita per partita.

L’eliminazione diretta implica che a passare il turno sarà la squadra che vince col maggior numero di gol segnati dopo i 90 minuti di tempo regolamentare.

Nel caso in cui, durante una partita, due squadre arrivino al 90’ minuto in situazione di pareggio, si passerà ai tempi supplementari. In questo caso, le squadre avranno tempo aggiuntivo (due tempi da 15 minuti) per segnare un ulteriore gol e ottenere così il vantaggio.

Se la situazione di pareggio dovesse perdurare, il vincitore verrà deciso ai perdi fiato ed emozionanti calci di rigore.

Argomenti

# Italia
# Calcio

Iscriviti a Money.it