Euro/Franco collassa dopo falso break-out di inside

La presenza di segnali operativi molto evidenti nei pressi di livelli hot del prezzo rappresenta una ghiotta opportunità per sfruttare una possibile inversione della tendenza del mercato

Euro/Franco collassa dopo falso break-out di inside

La ricerca di un efficace segnale operativo non può che passare dall’individuazione di un candlestick setup statisticamente ad alta probabilità di successo. Tuttavia ciò non basta per ottenere necessariamente quel movimento direzionale a proprio favore, in grado di garantire il raggiungimento del rapporto rischio/rendimento atteso (che in genere dovrebbe essere almeno pari a 1:2). E’ importante contestualizzare il segnale, cercando di individuarlo su un livello chiave del prezzo (hot level) e all’interno di un trend ben consolidato oppure alla fine di una tendenza.

Questi tre elementi caratteristici della pianificazione di un tradesegnale, livello, trend – sono imprescindibili per un trader che vuole assicurarsi, ancor prima di prendere posizione sul mercato, un piccolo vantaggio competitivo rispetto a un’entrata casuale. A volte non riusciremo ad avere tutti e tre i summenzionati elementi, pertanto potrebbero anche bastarne due. Ad ogni modo ciò che bisogna sempre ricordare è che nel trading operativo è fondamentale cumulare le probabilità di successo: quanto più elementi tecnici favorevoli sfruttiamo, tanto maggiori saranno le nostre possibilità di vincita!

Il case study analizzato oggi si riferisce al tasso di cambio Euro/Franco Svizzero (EUR/CHF), time frame daily, che ci porta ad effettuare riflessioni interessanti proprio sull’importanza della presenza di più elementi tecnici favorevoli prima di prendere posizione. Si può notare che il cross mostra inizialmente un forte bullish trend, che culmina nel raggiungimento di una hot area: 1,20, livello che per alcuni anni è stato il peg della Banca centrale elvetica (SNB) e che a inizio 2015 è stato abbandonato provocando un clamoroso sell-off dei prezzi fin sotto la parità!

Dopo l’approdo in area 1,20, il cross EUR/CHF ha cominciato una fase di consolidamento poco sotto i top di periodo. A un certo punto avviene un break-out ribassista con immediata risalita dei prezzi. Tuttavia le candele di pull-back restano all’interno della mother candle ribassista, fin quando non tentano la rottura bullish definitiva. Tale tentativo, però, fallisce: si forma una rejection candle con precise caratteristiche.

E’ una pin fakey, ovvero una pin bar con falso break-out di inside candles. Anche se non viene toccato nuovamente il livello di 1,20, abbiamo la formazione di un lower high (LH, massimo più basso): un indizio tecnico di certo non di poco conto. Il segnale ribassista è davvero notevole e nel giro di pochi giorni i prezzi passeranno da 1,1950 a 1,1350 circa. Ancora una volta questo cross viene interessato da un crollo clamoroso nel giro di pochissimo tempo.

Alla prossima pillola!

Nicola D’Antuono

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.