Gli italiani e le vacanze, più auto e sempre meno estero: i dati e le previsioni

(Adnkronos) -

Roma, 23 luglio 2021- Come cambiano le abitudini e le preferenze degli italiani rispetto alle vacanze estive? Lo rivelano le ultime statistiche e sondaggi sui viaggi, le previsioni per il 2021 e il confronto con gli anni precedenti. Rispetto alla scorsa estate qualcosa è cambiato, mentre restano attive le precauzioni relative al distanziamento sociale e all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, oltre all’acceso confronto sul green pass. L’individuazione di nuove varianti con un più alto tasso di trasmissione sta inoltre mettendo in allerta le strutture ricettive e le persone, che temono un acuirsi delle emergenza.

Come spiega un’infografica di Unicusano sulle vacanze degli italiani elaborata su dati Istat e di istituto demoscopici, già nel 2020 le persone hanno preferito per il 90,9% rimanere in Italia, spostandosi in regioni diverse dalla residenza. Il crollo dei viaggi all’estero ha anche determinato un utilizzo maggiore dell’auto, che è stata scelta come mezzo di trasporto dal 73,9% degli italiani e un 50% in meno di spostamenti con gli aerei, molto probabilmente crollati anche per la drastica riduzione di spostamenti per lavoro.

I dati del 2021

I primi dati relativi al 2021 ci dicono che andrà in vacanza circa la metà della popolazione, riportando i dati sulle vacanze ad un’epoca pre Covid-19. Si conferma poi la preferenza a rimanere in Italia, con un 63,6% dei vacanzieri che si recherà fuori regione. Il 6,2% ha scelto l’estero e il 33% rimarrà nella regione di residenza. Tra le mete più ambite per la vacanza sono la Toscana e la Liguria, mentre sulle spiagge è stato registrato un incremento del 15% in diverse regioni: Marche, Liguria, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Emergono dati interessanti su base Istat anche relativi alla “sicurezza” delle vacanze. Rispetto al Covid-19, riassume ancora l’infografica dell’Università Cusano, il 60% degli intervistati qualche mese fa ha dichiarato di non essere stato condizionato dalla pandemia nella scelta del viaggio da compiere e il 51,3% si è detto molto più sicuro rispetto allo scorso anno. Ciò è dovuto sicuramente all’effetto dei vaccini, che hanno comunque dato maggior sicurezza rispetto alla pericolosità della malattia per la salute del singolo.

Le previsioni per le vacanze 2021

Dalle previsioni per il 2021 sembra che si stia tornando pian piano alla normalità, anche se ci sono delle variazioni che sono sicuramente figlie della pandemia. Il 46% degli italiani, secondo altre rilevazioni, ha per esempio deciso di restare a casa e per 10 milioni di persone, pari al 17% di chi non va in vacanza, il motivo è di tipo economico. Solo il 5% ha deciso di non viaggiare per il timore del Covid. Cambiano inoltre le tipologie di vacanza, determinate dalla disponibilità di tempo e soprattutto dall’imprevedibilità del periodo. Sono infatti gettonati i weekend e le lunghe permanenze, ma sono meno frequenti le vacanze di media durata.

Il mare rappresenta sempre la meta preferita, anche se quest’anno troviamo il Trentino Alto Adige nella top 5 della classifica delle destinazioni per le vacanze estive. Ciò significa che c’è un desiderio di scoprire anche nuove mete e magari di recarsi in luoghi che sono meno affollati, evitando la calca delle spiagge ad agosto. Dopo un’impennata di richieste di case vacanze, si ritorna anche a preferire l’albergo, aspetto questo che testimonia un clima di maggiore fiducia rispetto allo scorso anno. Ciò fa tirare un sospiro di sollievo agli albergatori, che hanno vissuto un anno caratterizzato da continue chiusure. La speranza è che questa estate sia quella della ripresa, con l’augurio di lasciare alle spalle la pandemia.

https://www.unicusano.it/ - Università telematica

Contatti

Sede centrale

Via Don Carlo Gnocchi, 3

00166 - Roma

Tel 06.4567.8350

Fax 06.4567.8379

Numero Verde solo per informazioni richiesta di iscrizione: 800.98.73.73

Posta Elettronica Certificata:unicusano@pec.it

Per iscriversi: informazioni@unicusano.it

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Argomenti:

comunicati