Virgo - The Transparency Blog

Virgo - The Transparency Blog

di Davide Baldi

Le previsioni in merito a Bitcoin ed Ethereum per settembre 2023

Davide Baldi

4 settembre 2023

Le previsioni in merito a Bitcoin ed Ethereum per settembre 2023

Gracy Chen, Managing Director di Bitget, ha di recente condiviso interessanti previsioni in merito ai prezzi di Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) per settembre 2023. Vediamo di seguito i dettagli.

Secondo le recenti fonti, sappiamo che il 21 settembre, alle ore 2:00, la Federal Reserve prenderà una decisione in merito agli aggiustamenti dei tassi di interesse. Attualmente, le previsioni indicano un 80% di probabilità che l’intervallo dei tassi di interesse rimanga stabile tra il 5,25% e il 5,5%, e un 20% di probabilità di un aumento di 25 punti base.

La tendenza prevalente del mercato sembra orientarsi verso il mantenimento del tasso di interesse attuale per tutto settembre. Il 10 agosto, il presidente della Federal Reserve, Powell, ha confermato il suo impegno nel raggiungere un obiettivo di arrivo del 2%.

Le discussioni sui tagli dei tassi non sono previste prima del 2024. Inoltre, dato l’attuale calo dell’indice dei prezzi al consumo (CPI), si stima che le deliberazioni sui tagli dei tassi potrebbero avvenire nel periodo da marzo a maggio del prossimo anno.

Per quanto riguarda Bitcoin, vediamo che il 17 agosto, la crypto ha registrato un calo fino a circa $25.166, entrando successivamente in un periodo di volatilità limitata.

Nel mese di settembre, a meno che non emergano fattori negativi significativi sul mercato, si prevede che a causa dell’esaurimento delle aree di interesse e della chiusa dell’attività di trading, ilBTC potrebbe testare nuovamente il suo precedente minimo a $24.800.

Successivamente, si prevede un rimbalzo, con livelli chiave da monitorare a $27.500, $28.000 e $29.000

Proiezioni per ETH nel mese di settembre 2023

Attualmente, larete Ethereum vanta un totale di 24 milioni di token ETH bloccati nello staking, con un tasso di staking pari al 19,97% e un rendimento annuale del 4,2%. Questa tendenza vede un costante afflusso di fondi nello staking, il che ha portato a un continuo aumento del tasso di staking.

L’ETH registra un tasso di deflazione annuale del -0,041%, e, sebbene sia rimasto stabile grazie alla moderazione delle attività nei settori di mercato più popolari e alla minore attività on-chain, vi è il potenziale per un aumento del tasso di deflazione dell ’ETH se l’attività delle altcoin dovesse aumentare in futuro.

Dal punto di vista fondamentale, l’ETH presenta una solida proposta di valore.

Per quanto riguarda le proiezioni per la tendenza di settembre dell’ETH, invece, vediamo che quando si analizzano i tassi di cambio, risulta evidente che l’ETH mostri una relativa debolezza rispetto al BTC, poiché la posizione dominante del BTC nel mercato sta crescendo rapidamente.

Tuttavia, nel lungo termine, l’ETH ha una proposta di valore più elevata. Ci sono comunque dei limiti alla domanda di ETH, influenzati da fattori come l’effetto della ricchezza delle monete meme e la redditività di vari settori.

Pertanto, in una prospettiva prudente, è probabile che a settembre l’ETH subisca ampie fluttuazioni nell’intervallo compreso tra 1.550 e 1.850 dollari.

Nel caso in cui il BTC riuscisse invece a superare con successo i 29.000 dollari, si prevede un’impennata dell’attività del mercato delle altcoin e l’ETH potrebbe tentare di superare il suo precedente livello di resistenza intorno ai 2.141 dollari.

Davide Baldi

Amministratore e socio di Luxochain, esperto di blockchain

Altri blog

Schermo Viola

Schermo Viola

Di Pasquale Borriello

BCFormula®

BCFormula®

Di Mauro Finiguerra e Lara Zampini e Alberto Michelis e BCFormula