Tesla, breve pausa per la produzione della Model 3

Uno stop di pochi giorni a Febbraio ha tirato giù i ritmi, ma da Palo Alto assicurano che era una pausa pianificata.

Tesla, breve pausa per la produzione della Model 3

Tesla ha gli occhi di tutti addosso: dei convinti seguaci del marchio, spesso fan anche di Elon Musk, che attendono di vederla imporsi a livello internazionale, degli investitori e dei clienti che stanno aspettando da un anno la Model 3, e dai detrattori che sembrano non aspettare altro che veder fallire la compagnia.

Quindi ogni dettaglio sulla produzione della tanto attesa Tesla Model 3 fa il giro del mondo e pone nuovi quesiti. Questa volta è stato Bloomberg a far notare lo stop di 4 giorni nella produzione avvenuto nello stabilimento a Freemont, ma da Tesla hanno fatto sapere che era una pausa programmata per rinnovare la linea di produzione e per prepararsi al prossimo incremento nella produzione.

Intanto la Model 3 tarda ad arrivare e molti clienti delusi migrano verso altre soluzioni, come la Chevrolet Bolt.

Tesla Model 3, produzione sotto controllo

Dal 20 al 24 febbraio scorso, si è fermata la produzione nell’impianto californiano, ma da Tesla fanno sapere che non è stato un caso, bensì una pausa programmata per migliorare i sistemi di automazione e la coordinazione con i fornitori di componenti.

Anzi, la compagnia di Elon Musk dopo questa pausa punta a raggiungere entro la fine del mese il ritmo di produzione di 2.500 Model 3 a settimana - finora ne sono state prodotte meno di 3000 - che saliranno a 5000 auto a settimana in estate.

Nonostante le malelingue e la pressione di clienti delusi e detrattori, sembra che la produzione della Model 3 stia finalmente prendendo il ritmo previsto già per lo scorso autunno.

Due anni per consegnare tutte le Model 3

Mantenendo il ritmo di 5000 automobili a settimana, a partire dalla data prevista per questa estate, Tesla riuscirà a terminare le consegne di tutte le più di 400mila Model 3 in ben due anni.

Nel 2020, gli ultimi clienti tenaci finiranno di aspettare e potranno avere la loro Model 3, ordinata nel 2017, mentre intanto la compagnia sfornerà la Roadster e sarà a lavoro su Model Y, il truck e il pick-up.

Musk non ha nascosto di aver fatto un errore di valutazione sui ritmi di produzione della berlina, accumulando ritardi che hanno soltanto ostacolato le consegne.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Tesla Model 3

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.