La Formula 1 inizierà la stagione 2021 a marzo in Australia e si disputerà su un totale di 23 gare. Tuttavia, Sebastian Vettel ritiene che sia molto probabile che ci saranno cambiamenti nel calendario a causa della pandemia di covid-19, soprattutto all’inizio della stagione.

Per Sebastian Vettel qualche Gran Premio nel 2021 potrebbe saltare a causa di COVID-19

Il pilota tedesco che dal prossimo anno correrà con Aston Martin ha espresso il desiderio che tutto torni alla normalità il prima possibile, ma è consapevole che l’evoluzione della pandemia è imprevedibile.

Per lui quello che accade nei primi mesi è fondamentale per la configurazione finale di un calendario che riporterà la Formula 1 in America e in paesi come l’Australia.

Covid-19 permettendo, la Formula 1 prevede di disputare 23 gare per la prima volta nella storia. Vettel non crede che questo piacerà sicuramente ai fan e sostiene che il fatto che lo scenario in cui la F1 correrà cambierà ogni fine settimana, renderà lo spettacolo ancora più divertente per gli spettatori.

Correre così tanti Gran Premi sarà difficile per i team

Tuttavia, Sebastian Vettel pensa che potrebbero esserci degli svantaggi per le squadre e non è convinto che sia fattibile tenere così tanti eventi nella stessa stagione.

Il quattro volte campione del mondo che a fine stagione dirà addio alla Ferrari, sottolinea che il lavoro nei fine settimana di gara va oltre il tempo che le vetture passano in pista e questo ovviamente con così tanti Gran Premi da disputare renderà difficile per i team essere sempre al 100 per cento per ogni evento.

Vedremo dunque come si evolverà la stagione di Formula 1 nel 2021 e se davvero avrà ragione Sebastian Vettel che teme che alcuni Gran Premi nei primi mesi del 2021 potrebbero venire rinviati a causa del coronavirus.