Scandalo Volkswagen, coinvolte anche auto a benzina. Stop alla vendita negli USA

Lo scandalo Volkswagen continua a crescere: coinvolte anche le auto a benzina, ritirati 800.000 veicoli. Vendita di alcuni modelli sospesa negli Stati Uniti.

Lo scandalo dei test sulle emissioni delle auto di Volkswagen AG continua a crescere.
La casa automobilistica tedesca ha annunciato il ritiro dal mercato circa altre 800.000 automobili e la sospensione delle vendite negli Stati Uniti di alcuni modelli.

Il più grande produttore di auto in Europa ha ammesso di aver sottostimato il livello di emissioni di anidride carbonica e del consumo di carburante di altre vetture alle autorità di regolamentazione statunitensi. Alcune delle macchine Volkswagen coinvolte sono a benzina, rivela la Volkswagen, allargando le auto coinvolte nello scandalo delle emissioni fino ad oggi contenuto al settore diesel.

Il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt ha comunicato mercoledì che la Volkswagen ha rivelato al ministero la presenza di 98.000 auto a benzina coinvolte nello scandalo. Precedentemente, Volkswagen non aveva ancora specificato se le ultime auto coinvolte fossero con motori a benzina o diesel.

La Germania intanto si prepara a testare tutte le automobili Volkswagen per verificare i livelli di consumo di carburante e le emissioni di CO2 e ossidi di azoto, come rivelato dal ministro, dopo che la Volkswagen ha ammesso che alcuni veicoli testati hanno sollevato dei dubbi circa dei reclami sul consumo per chilometraggio.

Negli Stati Uniti, la Volkswagen ha annunciato il blocco delle vendite dei nuovi modelli con motore diesel a 3.0 litri, mentre passa in rassegna i nuovi risultati dei test.

La sospensione delle vendite comprende i veicoli datati 2013-2016 di Volkswagen e Audi e i modelli Porsche Cayenne SUV 2014-2016. All’inizio di questa settimana, la US Environmental Protection Agency aveva annunciato la presenza di prove sul montaggio di un software illegale su alcuni di questi veicoli, che hanno permesso di alterare le prove di emissione.

La società ha poi ordinato il ritiro di altre vetture dagli Stati Uniti per riparare gli alberi a camme a pericolo rottura, riducendo potenzialmente la potenza frenante e del motore.
I 91,867 modelli interessati sono la Jetta, Passat, Beetle, Maggiolino Cabrio, Golf / Golf GTI e Sportwagen.
Nel complesso, l’azienda fino alla fine del mese di ottobre aveva venduto circa 294.600 veicoli negli Stati Uniti nel 2015, di cui circa 31.000 SUV.

Volkswagen ha ammesso ormai l’ennesima falla nella rilevazione delle emissioni a seguito i test della compagnia stessa, a seguito dello scandalo uscito a settembre secondo cui 11 milioni di veicoli con motore diesel in tutto il mondo (anno di produzione 2009 - 2015) potrebbero avere installati dei software che alterano le emissioni di azoto ossidi durante i test di laboratorio.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories