Rinnovo della patente di guida: scadenze, costi e procedure

Quanto costa fare il rinnovo della patente? Ogni quanto è obbligatorio farlo e cosa rischia chi guida con la patente scaduta? Ecco tutte le risposte ai vostri dubbi.

Rinnovo della patente di guida: scadenze, costi e procedure

Il rinnovo della patente è obbligatorio - pena una sanzione pecuniaria ai danni del conducente - non appena questa ha raggiunto la data di scadenza. Così come altri documenti d’identità, infatti, è valida solamente per un periodo di tempo al termine del quale è necessario dimostrare di possedere ancora l’idoneità alla guida.

Nel dettaglio, il rinnovo è più frequente tanto è più alta l’età del titolare della patente; d’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che con l’avanzare dell’età è più facile imbattersi in peggioramenti della propria salute che potrebbero compromettere l’idoneità alla guida, provocando ad esempio un abbassamento della vista o una poca prontezza nei riflessi.

A seconda dell’anzianità del conducente e della tipologia della patente, questo documento va rinnovato ogni 10, 5, 3 o 2 anni. Se l’anno in cui va effettuato il rinnovo è variabile lo stesso non vale per il giorno: per semplificare, infatti, è stata introdotta la regola del compleanno che fissa la scadenza della patente nel giorno di nascita del titolare del documento.

Ricordarsi di rinnovare la patente in questo modo sarà più semplice, tuttavia per non correre il rischio di guidare con il documento scaduto vi consigliamo di controllare periodicamente la data di scadenza (indicata nel punto 4b).

Quindi se hai la patente scaduta e non sai come rinnovarla qui trovi una guida con tutte le informazioni di cui hai bisogno, dai costi da sostenere ai documenti da presentare. Ricorda: guidare con la patente scaduta è un pericolo che nessun conducente dovrebbe correre: infatti, oltre a rischiare una sanzione pecuniaria in caso di incidente bisognerà risarcire personalmente i danni provocati dei quali non si farà carico l’assicurazione.

Scadenze

La patente di guida ha dei tempi di scadenza piuttosto lunghi. Il rinnovo, quindi, dovrà essere effettuato a intervalli di tempo prestabiliti.

La scadenza della patente di guida dipende non solo dall’età della persona, ma anche dalla tipologia del documento. Per capire nel dettaglio quando scadono le varie patenti, ecco una tabella con tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Rinnovo ogni 10 anni Rinnovo ogni 5 anni Rinnovo ogni 3 anni Rinnovo ogni 2 anni
Patente A Fino ai 50 anni di età Età compresa tra i 50 e i 70 anni Età superiore ai 70 anni Età superiore agli 80 anni
Patente B Fino ai 50 anni di età Età compresa tra i 50 e i 70 anni Età superiore ai 70 anni Età superiore agli 80 anni
Patente C Fino ai 65 anni di età Dopo i 65 anni
Patente D Fino ai 60 anni di età Dopo i 60 anni

Per capire quando procedere al rinnovo è possibile verificare la data di scadenza riportata sul documento. Come anticipato per il rinnovo della patente vale la “regola del compleanno”. Ciò significa che, per agevolare l’automobilista nel compito di ricordare la data di scadenza, la stessa viene fatta coincidere con la data del compleanno, proprio come succede per il documento d’identità.

Cosa succede se sulla patente è riportata una data di scadenza diversa da quella di compleanno? In questo caso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiarito che bisogna rispettare la data di scadenza riportata sul documento e che la “regola del compleanno” inizierà ad essere applicata a partire dal rinnovo successivo.

Come fare il rinnovo

La disciplina entrata in vigore nel gennaio 2014 non ha introdotto modifiche per quanto riguarda le modalità di rinnovo della patente. Vi ricordiamo inoltre che è possibile richiedere il rinnovo del documento già quattro mesi prima della sua scadenza, quindi vi consigliamo di non aspettare gli ultimi giorni.
Per il rinnovo della patente, quindi, i passi da seguire sono:

  1. rivolgersi ad un’agenzia di pratiche auto per richiedere l’appuntamento per la visita medica;
  2. effettuare la visita;
  3. il medico che ha effettuato la visita dovrà compilare e inviare l’apposito modulo online alla motorizzazione civile, allegando una foto aggiornata del conducente.
  4. nel frattempo, al richiedente viene rilasciata una ricevuta valida come titolo provvisorio.

Come abbiamo appena visto, per il rinnovo della patente occorre effettuare una visita medica che dovrà accertare la sussistenza dei requisiti fisici necessari alla guida. La visita medica può essere effettuata presso un medico della ASL, un medico dei Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, un medico militare o delle Ferrovie o infine l’ispettore medico del ministero del Lavoro.

La visita servirà per verificare, tra gli altri, il possedimento dei requisiti visivi necessari per il rilascio e il rinnovo della patente. Per chi non lo sapesse, la normativa prevede che per la patente A e B l’acutezza visiva deve essere pari a 10/10 (raggiungibile anche attraverso l’uso di occhiali o lenti a contatto), mentre I’occhio che vede meno non deve scendere sotto i 2/10. La differenza tra i due occhi, non deve essere superiore alle tre diottrie.

Al titolare della patente verrà rilasciata nel frattempo una ricevuta completa di tutti gli estremi anagrafici e le informazioni del conducente, nella quale verrà riportata anche la nuova data di scadenza della licenza di guida.

Con il certificato provvisorio rilasciato dal medico in seguito alla visita per il rinnovo della patente è possibile guidare in Italia ma non all’estero.

Documenti

I documenti necessari per chiedere il rinnovo della patente sono i seguenti:

  • documento d’identità valido;
  • patente in scadenza o scaduta;
  • codice fiscale;
  • per i soggetti affetti da limitazioni visive correggibili con lenti: occhiali e/o lenti a contatto;
  • ricevuta del pagamento dei diritti sanitari;
  • attestazione del versamento di 10,20 € su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti (il c/c 9001 è disponibile precompilato presso gli uffici postali);
  • attestazione del versamento di 16 € (la vecchia marca da bollo) sul c/c 4028;
  • due foto formato tessera recenti.

Costi

Una delle domande che si pone chi deve rinnovare la patente è quanto costa il rinnovo?

Il prezzo dipende dalla scelta del medico a cui rivolgersi. Oltre alle spese fisse viste più sopra, pari nel totale a 26,20 euro, deve essere aggiunto il costo della visita medica.

Rivolgendosi al medico della ASL il costo varia in base alla struttura sanitaria: il prezzo da pagare oscilla tra i 25 e i 50 euro.

Rivolgendosi alla scuola guida o all’ACI si fa una scelta sicuramente più conveniente in termini di tempo, ma il costo del rinnovo tende ad aumentare: anche in questo caso non c’è un costo fisso ma lo stesso dipende dall’agenzia a cui ci si rivolge. La cifra varia dagli 80 ai 130 euro.

E’ possibile inoltre rivolgersi al medico delle Ferrovie o dei Vigili del Fuoco: in questo caso la visita ha un costo di 35 euro.

L’ultima possibilità è costituita dai medici autorizzati dalla motorizzazione civile a rilasciare questo certificato: in questo caso il costo dipende dalla scelta del medico stesso. Solitamente, tuttavia, le cifre si avvicinano a quelle richieste dalla scuola guida.

Sanzioni

Meglio tenere d’occhio la data di scadenza della patente e non trovarsi a guidare con il documento scaduto. Come previsto dall’articolo 126 del Codice della strada, infatti, a chi circola con patente scaduta viene applicata una multa che va dai 159 ai 594 euro.

Inoltre in caso di incidente - anche se la colpa non è da attribuire al conducente che guida con la patente scaduta - bisognerà pagare di tasca propria dal momento che l’assicurazione non copre i danni provocati.

Per maggiori informazioni leggi anche- Cosa rischia chi guida con la patente scaduta?

Ultime novità

Anche in passato, il rinnovo della patente di guida doveva essere effettuato periodicamente da parte del cittadino che possedeva la patente di guida al fine di evitare il ritiro della patente di guida ed una multa molto salata.

Tuttavia, il rinnovo della patente di guida scaduta da oltre 3 anni poteva essere effettuato solo dopo aver sostenuto nuovamente l’esame.

Nel dicembre 2016 sono subentrate delle importanti modifiche sul rinnovo della patente di guida, poiché per ottenerlo non è più necessario effettuare nuovamente l’esame anche nel caso in cui prima di richiederlo siano passati diversi anni.

La notizia giunge dal TAR, Tribunale Amministrativo Regionale Toscana, che ha assistito a una vicenda singolare: un cittadino aveva aspettato per ben 8 anni prima di richiedere il rinnovo della patente di guida.

Tuttavia, il conducente ha vinto la causa: l’attesa di 8 anni per rinnovare la patente di guida non implica necessariamente che il soggetto non risponda ai requisiti richiesti per possedere la patente di guida.

Nel caso, l’amministrazione può chiedere chiarimenti relativi alla capacità di guida del soggetto coinvolto.

Basta tagliandi adesivi

Come anticipato più sopra una delle novità introdotte per quanto riguarda il rinnovo della patente è l’eliminazione dei tagliandi adesivi, i cosiddetti “bolli” della patente.

La patente scaduta viene infatti sostituita con un nuovo documento avente maggiori standard di sicurezza e una nuova foto del titolare.

La nuova patente viene inviata direttamente a casa mediante posta assicurata. Le modalità di rinnovo non cambiano ma ai costi occorre aggiungere anche 6,86 euro che vengono versati al momento di ricevimento della patente.

Rinnovo patente per chi vive all’estero

La normativa italiana stabilisce che chi è in possesso di una patente italiana scaduta ma nel frattempo si è trasferito in un altro Paese dell’Unione Europea, deve richiedere il rinnovo rivolgendosi allo Stato in cui ha sede la sua nuova residenza, come ad esempio agli uffici consolari.

Lo stesso vale per coloro che si sono trasferiti in uno Stato non appartenente all’Unione Europea e che sono iscritti regolarmente all’A.I.R.E. In questo caso, infatti, per il rinnovo della patente italiana (che non deve essere scaduta da più di tre anni e non deve essere stata convertita in una patente straniera) ci si può rivolgere alle autorità diplomatiche consolari.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Rinnovo patente

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.