Permuta auto: cos’è e come funziona

In cosa consiste la permuta auto? In questo articolo cercheremo di capire come funziona e quale convenienza ha questa pratica.

Permuta auto: cos'è e come funziona

Se si è interessati a vendere la propria auto usata per acquistarne una nuova potrebbe essere interessante capire come funziona la permuta auto.

Questa pratica è sempre più utilizzata poiché consente di accorciare notevolmente le tempistiche, sia per quanto riguarda la vendita sia per il conseguente acquisto della nuova auto.

La permuta auto rientra nella categoria della permuta “con conguaglio” che si realizza quando una parte si impegna a riconoscere all’altra - oltre ad un bene o altro diritto - anche una somma in denaro, perché la controprestazione è maggiore della prestazione offerta.

Ci sono diversi passaggi che chi decide di vendere la propria auto usata dovrà effettuare prima di stipulare un contratto di permuta. In primis il concessionario dovrà valutare attentamente il valore dell’autoveicolo usato e poi si procederà con il passaggio di alcuni documenti indispensabili per la permuta stessa.

Utilizzare l’istituto della permuta auto crea allo stesso tempo dei vantaggi e degli svantaggi, è importante dunque valutare bene alcuni fattori prima di decidere se firmare il contratto.

Cerchiamo di riassumere brevemente tutte le informazioni sul funzionamento e sulla convenienza di questa pratica.

Come funziona la permuta auto?

Quando si decide di vendere la propria auto usata per acquistarne una nuova una delle soluzioni a nostra disposizione è quella di rivolgersi ad un concessionario per stipulare un contratto di permuta.

Trattandosi di un accordo tra un privato e una azienda le due parti dovranno firmare un contratto secondo quanto previsto dal Codice civile e dovranno successivamente dividersi in maniera omogenea le spese per il passaggio di proprietà.

Una volta stabilito il valore dell’auto usata il cedente prima della firma del contratto dovrà necessariamente consegnare al nuovo proprietario i seguenti documenti:

  • libretto di circolazione in copia originale;
  • bollo auto in corso di validità e certificato di assicurazione auto;
  • ricevute di avvenuta manutenzione periodica;
  • eventuali comunicazioni circa modifiche o interventi sull’auto;
  • chiavi dell’auto in doppia copia.

Se uno di questi elementi sopra indicati dovesse mancare al momento della stipula del contratto il concessionario può decidere di rivedere al ribasso la stima precedentemente indicata in fase di contrattazione.

Quando conviene la permuta dell’auto?

Dopo aver capito di cosa si tratta e come funziona vediamo di analizzare quali sono i vantaggi e gli svantaggi relativi alla permuta auto.

Innanzitutto vendere la propria auto usata in permuta per acquistarne una nuova accorcia notevolmente i tempi di attesa per la cessione del mezzo. Infatti cedere l’auto di proprietà in cambio di uno sconto su una vettura nuova permette di fare un passaggio contestuale e senza attese, che consente dunque di fruire nell’immediato della cessione del mezzo.

Spesso però l’accorciamento delle tempistiche porta ad una valutazione dell’auto inferiore rispetto a quella che si potrebbe ottenere optando, invece, per la vendita del proprio usato.

Le vendite tra privati, infatti, sono la soluzione migliore per chi vuole ottimizzare la valutazione del proprio mezzo, ma richiedono tempo e dispendio di energie che non sempre si è disposti ad accordare.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Auto Nuove

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.