L’autodromo di Sochi ospiterà 30.000 spettatori durante il fine settimana del Gran Premio di Russia in mezzo alla pandemia di coronavirus. Per la prima volta, dopo aver aperto i suoi stand a Monza e Mugello, la Formula 1 accoglierà sugli splati un grandissimo numero di appassionati.

È la terza volta che un circuito riceve spettatori finora in questa stagione. Prima a Monza, gara alla quale hanno partecipato in qualità di spettatori 250 operatori sanitari per ringraziarli per la loro lotta durante la pandemia di COVID-19.

La Formula 1 si prepara al Gran Premio di Russia in cui ci saranno 30 mila spettatori

Poi è arrivato il Mugello e 2.880 tifosi hanno assistito al Gran Premio di Formula 1 nel circuito. Ma il numero di spettatori sarà notevolmente più alto in occasione del Gran Premio di Russia. Infatti è stato deciso che fino a 30.000 persone potranno assistere sugli spalti alla gara di Sochi.

Gli ultimi dati relativi a COVID-19 sulla situazione in Russia preoccupano i vertici della Formula 1. Sono già più di 1 milione i contagi e quasi 20 mila morti, ora che la Formula 1 compirà il suo viaggio più lungo della stagione.

Il numero dei partecipanti al Gran Premio di Russia, che sarà il primo della stagione che si svolgerà al di fuori dell’Europa occidentale, sarà quello che definirà un percorso verso la normalità.

Al Nürburgring, dove si correrà dal 9 all’11 ottobre stanno già programmando di ricevere 20.000 fan e a Imola dove invece il Gran Premio si svolgerà nel week end del 31 ottobre - 1 novembre, i biglietti in prevendita sono già esauriti, 13.147 in totale.

Si spera naturalmente che tutto possa andare per il verso giusto e che la Formula 1 finalmente possa tornare alla normalità dopo una stagione assai travagliata e che ha causato non pochi problemi a team e organizzatori.