Le pratiche d’immatricolazione, reimmatricolazione e il passaggio di proprietà dell’auto dovranno essere svolte in modo telematico a partire dal 1 giugno 2020. La notizia è stata diffusa da una nota del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti pubblicata sul sito ufficiale.

Continua il processo di digitalizzazione attuato dal MIT che già dallo scorso 4 maggio aveva introdotto le prime procedure telematiche, istituendo il documento unico di circolazione e di proprietà (DU) dei veicoli soggetti all’obbligo di iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Rientrano all’interno di questa novità anche le operazioni di minivoltura, di radiazione per demolizione e per esportazione, oltre che per il rilascio del duplicato del DU.

Immatricolazione auto telematica obbligatoria dal 1 giugno

Nel caso in cui si volesse vendere la propria auto o acquistarne una usata, sarà necessario ricorrere ai servizi dello Sportello Telematico dell’automobilista (STA), dove, oltre a effettuare l’immatricolazione, è possibile ottenere la targa, la carta di circolazione e il certificato di proprietà digitale (CDPD), senza bisogno di recarsi fisicamente nei diversi uffici sparsi sul territorio. Sarà inoltre consentito di rivolgersi a qualsiasi STA presente sul territorio nazionale e non solo a quello della provincia di residenza.

L’introduzione di questa nuova procedura si è resa necessaria anche di fronte al rallentamento delle gestioni delle pratiche, dovuto alla chiusura di molti uffici durante il lockdown imposto dal Governo. Nel corso delle ultime due settimane, fa sapere il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, gli operatori stanno gestendo circa 1.000 pratiche al giorno, con punte che raggiungono le 1.500, superando la soglia delle 16.000 totali.

La crisi del mercato delle auto

Dopo la dura crisi che ha colpito il mercato dell’auto negli ultimi mesi, facendo registrare un calo dell’86% nelle vendite di marzo e che adesso cerca di ripartire, l’introduzione di questa novità semplifica di non poco la vita degli automobilisti che potranno svolgere le pratiche burocratiche in tempi più rapidi e in modo più semplice.

Anche le associazioni di categoria si sono dichiarate soddisfatte di questo nuovo ammodernamento delle pratiche amministrative, dal momento che è in grado di agevolare il lavoro di tutti.