Formula E: quel generatore diesel che ha suscitato polemiche

Circola sul web la foto di un generatore a gasolio collegato ad una colonnina di ricarica per auto elettriche durante la Formula E a Roma. Cosa c’è di vero?

Formula E: quel generatore diesel che ha suscitato polemiche

Formula E e auto elettriche sono sinonimo di “emissioni zero”, ma cosa succede se ad alimentare un evento che dovrebbe essere un inno alla mobilità elettrica è un generatore diesel? È quello che si sono chiesti in molti, dopo aver visto la foto che immortala la “strana coppia”: una colonnina EnelX e un gruppo elettrogeno collegati da un cavo.

La stranezza è stata rilanciata da Vincenzo Borgomeo, giornalista di Repubblica in un articolo pubblicato domenica 14 aprile sulla versione online del quotidiano. La notizia, e soprattutto la foto, hanno fatto rapidamente il giro del web e dei Social, sui quali si è scatenata la polemica.

Il tema è la contraddizione che vede la mobilità elettrica - sbandierata come formula che non emette inquinanti e clima alteranti - alimentata dal gasolio, sotto attacco perché ritenuto inquinante e per questo oggetto di limitazioni alla circolazione. Ma le cosa stanno proprio così? Abbiamo cercato di fare chiarezza.

Il generatore sul posto solo in via cautelativa

Per capire il reale utilizzo del generatore diesel negli stand della Formula E a Roma abbiamo interpellato la filiale italiana di Aggreko plc, fornitore di apparecchiature temporanee per la produzione di energia e di apparecchiature per il controllo della temperatura con sede a Glasgow, in Scozia.

L’azienda ha fornito alla Formula E alcuni generatori diesel posizionati nell’area nella quale si è svolta la tappa romana della Formula E. Lo scopo dei gruppi elettrogeni è stato quello di assicurare la fornitura di energia elettrica supplementare in caso di picchi di richiesta o di mancanza della potenza necessaria dalla rete Enel.

Di fatto, i motori diesel dei generatori se ne sono rimasti spenti e silenziosi per la stragrande maggioranza della due giorni dedicati alla gara elettrica all’Eur, salvo un paio di accensioni limitate nel tempo dovuto a picchi di richiesta. Dunque ad alimentare i bolidi della Formula E e le colonnine di ricarica nei dintorni è stata la rete elettrica Enel, non il generatore diesel.

Tradizionali generatori diesel, niente bio o glicerolo

Nella ridda di commenti sui Social si è avanzata l’ipotesi che il generatore fotografato fosse alimentato a biodiesel o a glicerolo. È la stessa Aggreko a chiarire anche questo punto: il gruppo elettrogeno in questione era alimentato con normale gasolio, niente di diverso.

In effetti, l’organizzazione della Formula E dispone di un generatore alimentato a glicerolo, che però non era funzionante in occasione della gara romana. Per questo, nel momento di massima richiesta di energia elettrica, è stato necessario accendere i generatori diesel.

Cura ecologica anche i gruppi elettrogeni

Interpellato dalla redazione di Money.it per i chiarimenti sul polverone alzatosi intorno ai generatori presente alla tappa romana della Formula E, Vincenzo Greco Manuli - Area General Manager di Aggreko Italia - ha spiegato così la vicenda: “Quando c’è un evento come la Formula E o come qualsiasi altra occasione nella quale c’è l’esigenza di avere energia elettrica, si ricorre al noleggio di uno o più gruppi elettrogeni per garantire sia la fornitura di energia sia il backup di sicurezza, da utilizzare nel caso di collasso della potenza di rete.”

“Come Aggreko” - continua Manuli - “siamo particolarmente attenti a temi come l’ambiente e l’efficienza, tanto da sviluppare soluzione che in futuro ci permetteranno di ridurre il consumo di gasolio per i nostri generatori grazie a sistemi come il buffering , che accumula lentamente energia da rilasciare con un’elevata potenza elettrica concentrata in un lasso di tempo relativamente breve. Esattamente come una diga.”

Quindi in futuro vedremo un’innovazione “green” anche nei sistemi di accumulo e produzione temporanea di energia elettrica, magari già nelle prossime stagioni del campionato di Formula E.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Formula E

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.