Come risparmiare benzina? 5 consigli per ridurre i consumi di carburante

Non soltanto il veicolo, ma anche le abitudini di guida incidono molto sul consumo di carburante.

Come risparmiare benzina? 5 consigli per ridurre i consumi di carburante

I consumi di un’auto sono uno dei fattori economici che stanno più a cuore agli automobilisti sin dalla scelta della nuova auto. Senza nasconderci, l’usura di gomme, olio e luci, non preoccupa quanto il consumo di benzina che invece grava sul portafogli in maniera più costante.

Per questo diventa quindi importante sapere quali sono le auto che consumano meno, dato che risparmiare carburante è una necessità anche per chi guida auto a gas metano e GPL o addirittura le auto ibride o elettriche.

Come risparmiare benzina è un’esigenza, quindi vediamo quali sono le abitudini di guida da rispettare per riuscirci anche con auto che “bevono troppo”.

Consumi auto: come risparmiare benzina?

Ecco ad esempio 5 consigli per risparmiare benzina, alcune abitudini di guida che valgono anche per gestire meglio l’autonomia delle auto ibride ed elettriche, ma anche dei veicoli a gas.

1) Attenzione al cambio

Per consumare meno, oltre alla velocità, contano i giri del motore. Tenersi ad un regime basso consente di risparmiare. Il motore non va sforzato né in un senso né nell’altro: è sconsigliato tirare le marce e far salire di giri il motore perché è possibile salire di rapporto e mantenerlo a un regime più consono; inoltre è sconsigliato anche il contrario: piazzarsi subito in terza o quarta non appena si è partiti abbassa sì i giri del motore ma richiede anche uno sforzo costante sull’acceleratore per non fermare l’auto. Dare gas più del necessario fa sempre consumare.

2) Evitare accelerazioni e frenate brusche

Veloci accelerazioni consumano molto, specialmente se combinate a brusche frenate: questo richiede numerose ripartenze ed è uno stile di guida che consuma più di quello che si avrebbe mantenendo una velocità costante. Mantenendosi sempre ad una adeguata distanza di sicurezza non è necessario frenare in modo troppo deciso e per addolcire è consigliato procedere a folle in direzione di un semaforo o quando si è in coda nel traffico.

3) Spegnere il motore quando non serve

In mesi troppo caldi o troppo freddi è piacevole rimanere in auto a conversare o ad attendere qualcuno con l’aria condizionata: per fare questo è necessario tenere il motore acceso che spreca benzina. In generale, quando si è fermi per un tempo di sosta più lungo dell’attesa di un semaforo, è consigliato spegnere l’automobile, anche se fare questo troppo spesso porta a esaurire la batteria.

4) Non esagerare con l’aria condizionata

Specialmente durante i lunghi viaggi, è consigliato contenere il consumo dell’aria condizionata: questa sottrae un po’ di potenza dal motore e obbliga il conducente a spingere di più sull’acceleratore per ottenere la velocità desiderata, con il risultato di consumare quasi il 20% in più di carburante.

5) Viaggiare leggeri

Chiaramente in un viaggio è difficile contenersi con i bagagli, ma ci sono automobili che anche senza effettuare viaggi sono tenute come piccole cantine, specialmente le station wagon, i suv e le monovolume con ampi portabagagli. Togliete tutto ciò che non occorre in auto perché un carico pesante aumenta i consumi, come se viaggiaste sempre in almeno due persone.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Consumi auto

Argomenti:

Consumi auto

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

1 settimana fa

Auto GPL o metano, cosa conviene? Vantaggi e svantaggi

Auto GPL o metano, cosa conviene? Vantaggi e svantaggi

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

1 settimana fa

Auto Diesel o benzina: cosa è meglio?

Auto Diesel o benzina: cosa è meglio?

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

3 settimane fa

Omologazione con ciclo WLTP, cosa cambia e cosa prevede la normativa?

Omologazione con ciclo WLTP, cosa cambia e cosa prevede la normativa?

Commenta

Condividi