Quiet quitting: cosa significa e perché è un problema importante

Dimitri Stagnitto

14/09/2022

08/11/2022 - 18:05

condividi

Dopo le grandi dimissioni arriva il quiet quitting, l’ennesimo passo nella degenerazione del mondo del lavoro. Ecco perché è ora di fermarsi.

Quiet quitting: cosa significa e perché è un problema importante

Il quiet quitting è l’ultima parola buzzword nel mondo del lavoro. Sebbene sembra che si riferisca al fenomeno delle dimissioni di massa, descrive in realtà un particolare atteggiamento sviluppato dai lavoratori, in particolare nel settore dei servizi, per cui l’impegno sul lavoro diventa una questione accessoria, l’intera dimensione lavorativa nella vita diventa accessoria.

La pandemia non solo ha sconvolto la vita di tutti con restrizioni e blocco degli incontri pubblici, ma, rompendo l’inerzia e le abitudini che ciascuno sviluppa e costruisce nella propria vita, ha anche avviato un processo psicologico di massa per cui in moltissimi hanno messo in discussione le proprie scelte professionali e il ruolo del lavoro nella propria vita. [...]

Contenuto riservato agli abbonati

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Abbonati ora

A partire da € 2,99 a settimana

​ ​

Argomenti

# Lavoro

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO