Chi sono i presidenti di calcio più ricchi in Italia?

Il calcio ormai è diventato un vero e proprio business, con le squadre che hanno bisogno di grandi capitali alle proprie spalle per potersi sostenere: ecco chi sono in Italia i presidenti più ricchi.

Chi sono i presidenti di calcio più ricchi in Italia?

Chi sono i presidenti di calcio più ricchi in Italia? Domanda questa più che lecita, viste le cifre da capogiro che ormai gravitano intorno al pallone diventato ora un vero e proprio business più che un semplice sport.

Basta guardare la classifica dei bilanci della nostra Serie A per capire quanto possa essere dispendioso sostenere un club, tanto che ormai sono molte le proprietà finite in mani straniere soprattutto americane e asiatiche.

Leggi anche Chi sono i 10 presidenti di calcio più ricchi al mondo

È finita infatti da noi l’epoca dei presidenti che gestivano la società come una famiglia, con soltanto gli Agnelli che sono ancora al timone della Juventus dopo il passo indietro di Moratti e Berlusconi, quest’ultimo comunque ora proprietario del Monza.

Sempre più squadre in Italia sono ora gestite da colossi stranieri o fondi d’investimento, anche se ancora resistono figure di presidenti più romantici e tradizionali sempre però appartenenti alla parte più ricca dell’imprenditoria nostrana.

I presidenti più ricchi in Italia

Se quest’anno nella nostra Serie A per lo Scudetto sembrerebbe essere una serrata lotta a tre tra Inter, Juventus e Napoli, per quanto riguardo il patrimonio personale e il fatturato dei presidenti non sembrerebbe esserci gara.

Andrea Agnelli infatti è per distacco il “Paperone” del nostro massimo campionato, con un patrimonio di 15,9 miliardi grazie alla Exor che è la cassaforte di famiglia. Dietro di lui può essere inserito Steven Zhang, il giovane numero uno dell’Inter che può contare sui 6,2 miliardi di patrimonio del padre Jindong.

Tra i patron deve essere ancora annoverato Silvio Berlusconi, ora proprietario del Monza dopo la discussa cessione del Milan ai cinesi, che secondo Forbes può contare su un patrimonio di 6,3 miliardi dollari.

Joey Saputo in Canada gestisce un impero nel settore caseario, con il presidente del Bologna e dei Montreal Impact che viene accreditato di un patrimonio personale superiore ai 5 miliardi di dollari.

Sempre dagli Stati Uniti, questa estate a Firenze è arrivato l’imprenditore televisivo Rocco Commisso che con il suo patrimonio di 4,7 miliardi di dollari vuole con i viola fare meglio della precedente gestione dei fratelli Della Valle.

Rimanendo Oltreoceano alla guida del fondo Elliott che gestisce ora il Milan c’è Paul Singer, uno degli uomini d’affari più importanti e potenti al mondo che in questi anni ha messo da parte un patrimonio personale pari a 3,2 miliardi.

Il fondatore della Mapei Giorgio Squinzi, venuto a mancare di recente a seguito di una lunga malattia, dopo essersi disimpegnato dal ciclismo ha preso il Sassuolo portandolo dai dilettanti fino all’Europa, con la sua famiglia che viene accreditata di un patrimonio di circa 2,6 miliardi.

Altro americano proprietario di una squadra italiana è James Pallotta, uomo d’affari come Paul Singer da tempo al timone della Roma con un patrimonio personale stimato in oltre 1 miliardo di dollari.

Se guardiamo i bilanci delle squadre di Serie A, chi può vantare conti in ordine sono Napoli, Lazio e Torino, squadre queste accomunate dall’essere gestite da tre noti imprenditori italiani che però non possono contare su guadagni simili a quelli dei loro colleghi già citati.

Aurelio De Laurentiis ormai nella sua attività c’è sempre meno cinema e nel 2016 ha fatto registrare un fatturato di 280 milioni, circa la stessa cifra di Urbano Cairo mentre Claudio Lotito sempre nello stesso anno ha fatturato 47 milioni.

In fondo a questa classifica c’è Massimo Ferrero, che nel 2016 ha fatturato 10 milioni grazie alla sua attività cinematografica, con la Sampdoria che da tempo è in vendita anche se ancora non è arrivata una fumata bianca.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Calcio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.