Chi è Francesco Starace? Biografia dell’attuale amministratore delegato di Enel

Tra i top manager delle controllate dallo Stato spicca, anche per stipendio, Francesco Starace: ecco la biografia dell’amministratore delegato di Enel.

Chi è Francesco Starace? Biografia dell'attuale amministratore delegato di Enel

Tra i colossi delle partecipate dello Stato un ruolo centrale, anche per lo sviluppo futuro del paese, lo riveste Enel che dal 2014 è guidata da Francesco Starace che in pratica si è fatto tutta la gavetta all’interno dell’azienda.

Vediamo allora la biografia di Francesco Starace, fresco nuovo Cavaliere del Lavoro che si è piazzato anche al terzo posto nella
recente classifica Top Manager Reputation sui manager nostrani più amati.

La biografia di Francesco Starace

Sposato con due figli e grande appassionato di ciclismo e poesia nonché tifoso della Roma, Francesco Starace è nato proprio nella capitale il 22 settembre 1955. Suo fratello minore Giorgio è un importante diplomatico.

Dopo essersi spostato da Roma a Milano, Starace nel 1980 si è laureato in Ingegneria Nucleare presso il Politecnico del capoluogo lombardo. Un anno dopo è entrato come analista alla sicurezza degli impianti elettronucleari di Nira Ansaldo.

Nella SAE SADELMI, società della General Elettric, fino al 1987 ha occupato diverse posizioni manageriali sia in Italia che fuori dai confini nazionali. Passa a lavorare poi fino al 1993 per ABB, diventandone anche amministratore delegato nel 1997.

L’anno successivo passa ad Alstom Power, ricoprendo fino al 2000 il ruolo di senior vice presidente delle vendite globali e impianti chiavi in mano per quanto riguarda la Divisione delle turbine a gas.

L’avventura in Enel di Francesco Starace inizia nel 2000 quando viene nominato responsabile dell’Energy Management di Enel Produzione. Negli anni poi ricoprirà anche gli incarichi di responsabile dall’area di business Power, direttore della Divisione Mercato Italia e amministratore delegato di Enel Green Power.

Amministratore delegato di Enel

Dopo quattordici anni di lavoro nell’azienda, nel maggio del 2014 l’allora governo Renzi ha nominato Francesco Starace amministratore delegato di Enel, incarico poi riconfermato anche nel 2017 per un nuovo mandato.

Arrivato al vertice del colosso nostrano dell’elettricità, che attualmente conta circa 70.000 dipendenti dislocati in 30 paesi, si è presentato nella nuova veste di amministratore delegato con il motto “più industria meno finanza”.

Durante questi quattro anni a capo dell’Enel ha spinto per l’installazione di 32 milioni di contatori digitali, puntando poi molto sullo sviluppo della rete fibra ottica su tecnologia “Fiber to the Home”.

In generale sono stati buoni i risultati fatti registrare dal Gruppo Enel sotto la sua gestione, tanto che nel 2016 Starace ha incassato anche un bonus da 1,653 milioni che ha portato così per quell’anno il suo stipendio complessivo a 2,936 milioni lordi.

Nel 2015 inoltre è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione del Global Compact delle Nazioni Unite, mentre da gennaio 2016 a gennaio 2018 è stato co-presidente dell’Energy Utilities and Energy Technologies Community del World Economic Forum.

Lo scorso 31 maggio infine il Presidente della Repubblica lo ha nominato Cavaliere del Lavoro, un grande riconoscimento per il suo ormai quasi ventennale impegno in Enel.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Enel

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.