Bonus IMU 2023, in scadenza lo sconto sulla tassa, a chi spetta e come si richiede

Patrizia Del Pidio

27/02/2023

27/02/2023 - 14:36

condividi

Bonus IMU 2023, anche quest’anno è previsto lo sconto sulla tassa ma vediamo a chi spetta, e quando possono beneficiarne artigiani e commercianti.

Bonus IMU 2023, in scadenza lo sconto sulla tassa, a chi spetta e come si richiede

In vigore anche nel 2023 il bonus Imu , losconto per la tassa sulla casa introdotto dalla Legge di Bilancio 2022, come novità volta a valorizzare i piccoli borghi.

Tra le novità della manovra dell’anno scorso c’è stata anche delle agevolazioni “settoriali”, con lo scopo di favorire la ripresa economica della attività che sono state maggiormente danneggiate dalla pandemia e dalle sue conseguenze.

Tra queste spicca il bonus IMU previsto non come una agevolazione che riguarda tutti indifferentemente ma rivolta unicamente a commercianti e artigiani che iniziano, proseguono o trasferiscono la propria attività in piccoli comuni.

Cerchiamo, quindi, di capire di che si tratta e che regole prevede questa agevolazione sull’Imu che spetta anche nel 2023.

Bonus IMU 2023, ancora sconto sulla tassa: a chi spetta e come si richiede

Il decreto attuativo interministeriale che definisce le modalità di accesso al bonus IMU, prevede che per l’anno 2023 i Comuni interessati (ed individuati dall’allegato del decreto stesso), devono pubblicare avviso entro il 31 gennaio 2023. Gli interessati, poi, avranno 30 giorni di tempo per la presentazione della domanda di concessione. Ci sarò tempo, quindi, fino al 2 marzo per poter presentare la domanda in questione

Decreto Interministeriale
Bonus Imu artigiani e commercianti

I dettagli sono contenuti ai commi da 353 a 356, articolo 1, della Legge n. 235 del 30 dicembre 2021: avranno diritto al contributo per il pagamento dell’IMU gli esercenti attività di commercio al dettaglio e gli artigiani che avviano, proseguono o trasferiscono la propria attività in un Comune fino a 500 abitanti delle aree interne.

L’obiettivo è rispondere alla crisi causata dal Covid-19, favorire lo sviluppo turistico e contrastare la desertificazione commerciale e lo spopolamento dei territori.

Il bonus IMU sarà riconosciuto anche per il 2023, e si applicherà agli immobili situati nei comuni agevolati, posseduti e utilizzati per l’esercizio della propria attività economica.

Bonus IMU 2023 e comodato d’uso gratuito per commercianti e artigiani

Il totale delle risorse stanziate per il bonus IMU è pari a 10 milioni di euro annui, sia per il 2022 che per il 2023.

Allo sconto fiscale si affianca poi un ulteriore beneficio per artigiani e commercianti, nei confronti dei quali lo Stato, le regioni, province autonome e enti locali potranno concedere in comodato d’uso beni immobili di loro proprietà, da utilizzare per attività di commercio al dettaglio e artigianali.

Il comodato d’uso gratuito avrà durata massima di 10 anni, durante i quali il comodatario dovrà impegnarsi ad eseguire a proprie spese lavori di manutenzione e altri interventi necessari per mantenere la funzionalità dell’immobile.

In chiusura, si evidenzia che sia lo sconto IMU che il comodato d’uso gratuito saranno concessi nei limiti del regolamento UE n. 1407/2013 sugli aiuti di Stato de minimis.

Argomenti

# IMU

Commenta:

Iscriviti a Money.it