Il controllo della contaminazione nei processi di produzione dei farmaci: vantaggi della robotica

(Como 28/09/2021) - Como 28/09/2021 - Con l’espressione “lavorazione asettica” ci si riferisce generalmente a processi di produzione, imballaggio e stoccaggio di prodotti che necessitano di permanere in ambienti asettici e incontaminati. Una condizione imprescindibile per garantire sicurezza e qualità di molti prodotti, da quelli destinati al settore alimentare a quelli destinati al mercato farmaceutico.

Gli standard di sicurezza posti a garanzia del rispetto di adeguate misure di asetticità durante il processo di produzione dei farmaci, vengono ormai demandati al lavoro di specifici macchinari industriali, funzionali alla fornitura di prodotti farmaceutici tanto sicuri, quanto efficaci.

L’automazione nei sistemi di produzione robotici riduce al minimo i rischi da errore umano, assicurando la lavorazione in ambiente asettico totalmente controllato. Motivo per cui, negli anni, la domanda di mercato di dispositivi robotici è incrementata sensibilmente, trainata anche da una sempre crescente esigenze di innovazione.

Tra le società leader di mercato figura sicuramente l’italiana Steriline, specializzata nella produzione di linee complete, funzionali alla lavorazione asettica nel settore farmaceutico.

Ma come è possibile assicurare un processo di lavorazione totalmente asettico?

Il controllo della contaminazione

Presupposto chiave è la capacità di assicurare totale garanzia di sterilità. Tramite trattamento specifico l’accesso microbico viene totalmente inibito, favorendo la produzione di prodotti non contaminati.

Un risultato ottenibile solo grazie alla lavorazione asettica, durante la quale il prodotto, dapprima filtrato in un contenitore sterile, viene successivamente riempito in recipienti depirogenati e sigillati secondo procedure.

Formazione del personale addetto

È evidente che la componente umana - in tema di rischio di contaminazione ambientale - assume un ruolo molto delicato, sicuramente maggiore di quello direttamente associabile ai macchinari impegnati nelle fasi di produzione. Essenziale quindi la predisposizione di un circostanziato piano di formazione per tutto il personale coinvolto nella gestione e nella supervisione del processo robotico.

Una formazione di dettaglio continuativa, incentrata su tematiche di sicurezza, sulla conoscenza degli ambienti destinati alla lavorazione asettica, sul corretto utilizzo degli equipaggiamenti necessari ad annullare ogni rischio di contaminazione.

La robotica: produzione rapida e in sicurezza

Tra gli altri, i vantaggi più tangibili direttamente attribuibili alla robotizzazione dei macchinari coinvolti nei processi di produzione e packaging dei farmaci, si traducono evidentemente in un aumento incrementale della produttività e in una sensibile riduzione del rischio di contaminazione. Una linea robotica adeguatamente progettata, collaudata e implementata, garantisce sempre la totale sicurezza di produzioni incontaminate.

Progettazione e manutenzione dei locali sterili

Ciascuna struttura fisica di lavoro, equipaggiata con camere bianche cleanroom debitamente classificate, è sempre il frutto di una progettazione di dettaglio, funzionale ad escludere il rischio di intrusione di agenti, esogeni o endogeni, potenzialmente contaminanti.

Ciò nonostante, non essendo sempre possibile ridurre a zero il rischio di contaminazione per ciascuna delle fasi del processo asettico, è essenziale prevedere in ogni caso un programma di sterilizzazione degli ambienti e degli equipaggiamenti, assicurandosi peraltro la disponibilità all’uso di sporicidi – spore fungine e endospore di tipo batterico – e, per le aziende del primary packaging farmaceutico che producono tramite riempimento in lotti, all’uso di disinfettanti da adottare anche in seguito al riempimento.

Per saperne di più

Era il 1989 quando, nel territorio del lago di Como, Steriline inaugurava la propria attività, impegnandosi all’epoca nella produzione di macchinari farmaceutici per il lavaggio e nella produzione di tunnel di depirogenazione. Con l’avvento del nuovo millennio l’azienda ha notevolmente ampliato i propri orizzonti, presentandosi al mercato, già dal 2007, con le prime linee composte da ghieratrici e macchine per il riempimento di farmaci.

Da allora il marchio Steriline ha acquisito risonanza a livello globale. Oggi l’azienda serve clienti in 50 diverse nazioni, per un totale di oltre 1.400 macchinari già esportati nel mondo, tra Asia, Europa e Stati Uniti.

Un’azienda, la Steriline, guidata ancora dal suo storico fondatore Gerardo Fumagalli, attualmente in carica come Amministratore Delegato della società, e coadiuvato dalla figlia Ilaria, Direttore Operativo, e dal figlio Federico, Direttore Commerciale.

Sono loro che hanno accompagnato il brand Steriline verso il successo, conferendone valore aggiunto anche grazie ad un consolidato ed efficace orientamento al cliente: dalla produzione delle linee basata su richieste specifiche, alla validazione condivisa del risultato, dall’installazione in sede, alla manutenzione a lungo termine sempre garantita.

Informazioni di contatto

Steriline S.r.l.

Via Tentorio, 30/31 - 22100 Como Italia

Tel. +39 031 592064

P.IVA: IT 01900170133

Email info@steriline.it

https://www.steriline.it/

LinkedIn https://it.linkedin.com/company/steriline-srl

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Argomenti:

comunicati