Covid: Ordine farmacisti, ’vaccinati 98,5% iscritti, 1.754 i sospesi’

Mandelli (Fofi), ’dati aggiornati ogni notte e precisi, per noi i milligrammi hanno un senso’

Roma, 27 gen. (Adnkronos Salute)() - «Sono 1.754 al 25 gennaio i farmacisti sospesi, nella gran parte per non aver fatto il vaccino anti-Covid. Su 101mila iscritti. Togliendo le sospensioni legate ad altre cause, ne emerge che il 98,5% dei farmacisti è vaccinato. La situazione è ampiamente sotto controllo e monitorata costantemente». Lo riferisce all’Adnkronos Salute Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti (Fofi).

"Tra i sospesi alcuni, circa una cinquantina - spiega - sono stati sanzionati per fatti extra vaccinazioni, quindi i non vaccinati non superano, in realtà, i 1.700", ribadisce Mandelli, ricordando come l’Ordine abbia il polso della situazione in tema di vaccinazioni degli iscritti. «Con la nuova norma, passata con la legge di Bilancio - ricorda - abbiamo l’obbligo, come Ordini provinciali, di controllare tutte le notti la situazione vaccinale. Quindi ogni notte passiamo a setaccio, a livello provinciale, tutti i nostri iscritti. E avvertiamo i colleghi a cui scadono i termini vaccinali per fare la terza dose. Il nostro è un dato controllato, aggiornato e preciso. Del resto per noi farmacisti i milligrammi hanno un senso», scherza Mandelli.

"I cittadini italiani - conclude - devono sapere che quando entrano in farmacia trovano sicuramente il personale vaccinato".

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Argomenti:

salute