Artico, l’Italia tra i ghiacci per studiare il clima che cambia

 Comprendere le motivazioni del forte aumento delle temperature in Artide rispetto al resto del Pianeta, la cosiddetta «amplificazione artica», indagandone i complessi meccanismi. È l’obiettivo dei progetti ECAPAC e SENTINEL, il primo coordinato da ENEA e il secondo dall’Istituto di scienze polari del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Isp), finanziati dal Programma di Ricerche in Artico (PRA). I ricercatori studieranno in particolare il ruolo del
 ghiaccio marino,
 delle 
precipitazioni 
e i 
processi chimici 
del bromo e del mercurio, importanti indicatori della variazione del ghiaccio.

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Argomenti:

Artico, Artide, Enea, clima, scioglimento ghiacci, Sentinel, progetto Ecapac
Artico, l'Italia tra i ghiacci per studiare il clima che cambia