Vacanze di primavera, idee: le mete più economiche per una gita fuori porta

icon calendar icon person

Con l’arrivo della primavera nasce il desiderio di fare una gita fuori porta, un fine settimana soprattutto nelle città d’arte. Ma quali sono le mete più economiche per una breve vacanza di primavera? Ecco qualche idea

Con l’arrivo della primavera e delle temperature più miti e con la Pasqua alle porte si risveglia il turismo soprattutto nelle città d’arte, mete ideali per chi vuole passare un week end fuori porta.

Ma quali sono le destinazioni più economiche per chi non può rinunciare a buttare un occhio al portafoglio?
Ecco alcune idee per un fine settimana di vacanza in primavera.

Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Trivago attraverso il Trivago Hotel Price Index in Europa i maggiori rialzi nel mese di marzo rispetto a febbraio si sono registrati a Barcellona (+44%) e a Roma (+29%).

Per quanto riguarda le mete montane, invece, le tariffe sono calate fino al -30% rispetto allo scorso mese.
Ma quali sono le mete più economiche per trascorrere qualche giorno di relax? Andiamo a vedere nel dettaglio quanto rilevato dall’Osservatorio.

Vacanza di primavera: le città italiane non sono low cost
Il livello medio dei prezzi degli hotel delle principali città italiane registra un aumento decisivo con l’avvento della primavera e delle temperature più miti, che permettono di godere al meglio le bellezze artistiche italiane.

Nello specifico secondo i dati raccolti da trivago.it a marzo un soggiorno a Roma, nella capitale italiana, costa in media 126 euro a notte (facendo registrare un rialzo del 29% rispetto allo scorso mese).

Non va meglio a chi sceglie Firenze, dove il prezzo medio per notte si aggira intorno alle 120 euro (+19% rispetto a febbraio), Napoli con un prezzo medio per notte sugli 89 euro (+12%) e Torino con un rialzo del +5% e una media a notte di 107 euro.
Trend inverso invece per Venezia che, dopo gli aumenti dei prezzi dovuti al Carnevale, vede scendere lievemente le tariffe del -5% con una media a notte di 155 euro.

Vacanza di primavera: le mete europee
E se in Italia i prezzi aumentano, non va meglio sul versante europeo. Anche per quanto riguarda il vecchio continente, infatti, si registrano aumenti di tariffe nel mese di marzo.

Barcellona guida la classifica dei rincari con un aumento del +44% rispetto al mese di febbraio, rincaro in parte condizionato dalla presenza del Mobile World Congress, evento che ha attirato nella città catalana migliaia di visitatori alzando la media dei prezzi.

Tra le città europee con la miglior percentuale di rialzo figura un’altra città spagnola, Siviglia, con un rialzo del 23% giustificato soprattutto dalle famose celebrazioni che si tengono nella settimana Santa nella città dell’Andalusia.
A chiudere il quadro dei rialzi importanti tra le città europee è Ginevra, che registra un +21% dovuto in parte dallo svolgimento del consueto “Salone internazionale dell’auto” che si terrà fino al 15 marzo.

Vacanza di primavera: settimana bianca low cost
Mentre le città d’arte fanno registrare un’impennata dei prezzi, calano quelli di numerose località sciistiche italiane: a guidare la speciale classifica dei decrementi di prezzo è Ortisei (-30%), seguita da Madonna di Campiglio (-25%) e con Cortina d’Ampezzo (-20%) e Courmayeur (-13%) a chiudere il quadro.