Quanti soldi ha perso la Roma con l’addio alla Champions League

icon calendar icon person

Con l’uscita ai preliminari di Champions League la Roma dovrà dire addio a un’importante somma di denaro. Più soldi nelle case di Juventus e Napoli.

Quanti soldi ha perso la AS Roma con l’eliminazione ai preliminari di Champions League?
La sconfitta di ieri sera allo Stadio Olimpico è costata molto alla Roma, che dovrà dire addio alla Champions League e a una considerevole quantità di soldi.

Il 0-3 contro il Porto è costato alla Roma sia dal punto di vista morale che da quello sportivo e infine è stata una sconfitta per il bilancio economico della società, che con il mancato ingresso alla competizione europea più ambita ha perso diversi milioni di euro.

La Roma contava molto sul passaggio dei preliminari e sulla partecipazione alla Champions League, anche per veder arrivare nelle proprie casse i milioni utili per sistemare qualche reparto della rosa.
Ecco quanti soldi ha perso la Roma, ora che il piano economico della società sarà quindi da rivedere.

Quanti soldi perde la Roma senza Champions League?

Con la mancata qualificazione alla Champions League, la As Roma ha perso milioni importanti per il futuro della stagione.
Il solo ingresso nella fase a gironi avrebbe messo nelle casse della società 12 milioni di euro, cifra garantita a tutte le squadre partecipanti al torneo.

A questo assegno si sarebbero aggiunti singoli premi-partita per i risultati raggiunti sul campo. Quindi 1.5 milioni per ogni vittoria nella fase a gironi e 0.5 milioni per ogni pareggio.

In un ipotetico corso di sole vittorie, la fase a gironi sarebbe valsa alla Roma altri 9 milioni di euro. Un andamento medio con pareggi e sconfitte, avrebbe potuto portare nelle casse della società circa 5 milioni di euro. Mentre con il passaggio agli ottavi di finale, la Roma avrebbe potuto incassare altri 5.5 milioni di euro.

Addio Champions League: la Roma perde soldi importanti

Oltre ai soldi che la Roma ha perso direttamente dall’UEFA, vanno aggiunti i milioni che sarebbero arrivati dal mercato dei diritti televisivi. Si tratta di una cifra intorno ai 18 milioni di euro come base di partenza, per poi salire vertiginosamente in base al piazzamento nella stagione precedente.

Con la sconfitta contro il Porto, la AS Roma ha quindi perso una cifra di minimo 30 milioni di euro che con le vendite dei biglietti e i risultati non avrebbero avuto difficoltà a raggiungere quota 50 milioni.

La Roma esce dalla Champions League. Più soldi a Juventus e Napoli

Dal momento che la Roma non prenderà parte alla Champions League perdendo così una cifra di soldi complessiva attorno ai 30 milioni di euro, la sconfitta di ieri contro il Porto arricchisce le altre due squadre già qualificate per la competizione.

Juventus e Napoli, dopo l’eliminazione della Roma, si divideranno il market pool stabilito dall’UEFA, 100 milioni di euro. Non potranno spartirsi l’intera cifra di 110 milioni perché da quest’anno è prevista la fetta del 10% anche alle squadre che non passano i preliminari.

Un “premio di consolazione” per la Roma che incassa così 10 milioni di euro nonostante la mancata qualificazione e la retrocessione in Europa League.
Dei restanti 100 milioni di euro, la Juventus percepirà il 55%, pari a 27.5 milioni, mentre il Napoli incasserà il 45%, pari al 22.5 milioni.