Prestito con cessione del quinto: cos’è, requisiti

icon calendar icon person

Si può ottenere un prestito con la cessione del quinto dello stipendio: cosa significa, quali sono i requisiti? Ecco una guida che ve lo spiega.

La cessione del quinto dello stipendio è una pratica di indebitamento più sicuro di altre ed evita il rischio di sovraindebitamento, assicurando garanzie a entrambi i contraenti del contratto: sia chi si indebita sia chi il debito lo concede.

La pratica della cessione del quinto può avvenire sia per quanto riguarda lo stipendio, sia per quanto riguarda la pensione: per questa tipologia di finanziamento non è necessario analizzare l’affidabilità economica e finanziaria di chi richiede il prestito, visto che alla banca basta controllare la situazione debitoria del richiedente stesso.

Sono molti gli istituti che offrono soluzioni di cessione del quinto: Agos Findomestic, Compass, IblBanca eccetera.

Vediamo nel dettaglio cos’è esattamente la cessione del quinto e quali sono i requisiti per richiederlo.

Cessione del quinto: cos’è?

Il prestito con stipula di cessione del quinto è dunque un finanziamento che ci permette di accedere a dei soldi che verranno restituiti mediante addebito diretto sulla busta paga o dalla pensione del richiedente (di solito un quinto dello stipendio).

La cessione del quinto la possono fare solo i lavoratori dipendenti (privati o pubblici) o sul loro stipendio o, in caso non lavorino più, possono cedere il quinto della pensione.

Alcuni istituti sono pronti a derogare sulla clausola del lavoratore dipendente purché si offrano ulteriori garanzie.

Requisiti cessione del quinto: lavoro

Come detto sopra il requisito generale è avere una busta paga fissa che faccia da garanzia al prelievo mensile da parte dell’istituto col quale si è stipulato il contratto di cessione del quinto.

La busta paga può essere anche la pensione in caso di anzianità.

Alcune difficoltà insorgono per i lavoratori di aziende private con meno di 16 dipendenti: questi per accedere al finanziamento dovranno avere almeno 7 anni di anzianità.

Requisiti cessione del quinto: dipendenti privati

Per i dipendenti di aziende private il requisito, che è dunque garanzia per il prestito, è rappresentato dal TFR o il fondo pensionistico.

Più è alta la richiesta di prestito più dovrà essere alto l’importo del TFR: quest’ultimo, infatti, non potrà mai essere inferiore alla cifra richiesta in prestito.

Requisiti cessione del quinto: pensionati

Tutte le persone che godono della pensione di anzianità possono stipulare un contratto di cessione del quinto.

Ne sono esclusi quelli che ricevono una pensione di invalidità, assegni sociali e coloro che hanno una pensione con un importo inferiore ai 600 euro.

Requisiti cessione del quinto: dipendenti pubblici

Possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio tutti i dipendenti pubblici.

Per loro, l’unico requisito richiesto, è avere un buon Coefficiente Assicurativo, cioè un numero determinato dalla propria azienda, con il quale è possibile aumentare il TFR accantonato, al fine di ottenere il montante massimo finanziabile.

Requisiti cessione del quinto: categorie escluse

Vi sono però categorie di lavoratori che non possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio.

Queste sono le categorie escluse:

  • i lavoratori autonomi;
  • i lavoratori dipendenti con contratto a progetto;
  • i lavoratori con contratto a tempo determinato;
  • i dipendenti di aziende private aventi uno scarso coefficiente assicurativo;
  • i dipendenti di aziende private con meno di tre anni di servizio;
  • i pensionati INAIL con una pensione bassa;
  • i dipendenti con stipendio temporaneo (maternità eccetera);
  • i dipendenti di aziende con problemi di liquidità e di aziende private aventi basso personale (sotto i cinque dipendenti).

Cessione del quinto: durata

La durata di un contratto con cessione del quinto non può mai superare i 10 anni di durata, in casi di cessione della pensione gli istituti possono scegliere di abbassare a 5 anni la durata e fornire delle agevolazioni.

Il calcolo dello stipendio e della rata della cessione del quinto, infatti, viene fatto direttamente dall’istituto, e alcuni di essi offrono soluzioni agevolate (come ad esempio la cessione di meno di un quinto dello stipendio).

Inoltre su Internet troverete moltissimi siti che hanno un sistema che calcola stipendio e rata della cessione del quinto.

Questo tipo di prestito può essere richiesto solo da soggetti maggiorenni e che non abbiano compiuto gli 85 anni di età.

Cessione del quinto: perdita del lavoro

Cosa succede se si perde il lavoro durante la cessione del quinto?

In questo caso l’istituto bancario si rivarrà del suo credito mediante prelievo forzoso dal TFR del lavoratore; quest’ultimo non avrà pertanto la possibilità di chiedere che l’importo del suo trattamento di fine rapporto venga trasferito in busta paga.