Pesce d’Aprile 2017: scherzi, immagini e frasi divertenti per il 1 Aprile

icon calendar icon person

Pesce d’Aprile 2017, cosa fare? Ecco una lista di simpatici scherzi, immagini e frasi divertenti per divertirvi. Scopriamo qual è la storia del 1 aprile con le tradizioni dei Paesi nel mondo.

Pesce d’Aprile 2017, la data si sta avvicinando ed è giusto sapere come affrontare la giornata in cui ci si può ritrovare vittima di scherzi più o meno divertenti. In questo articolo vediamo alcune frasi e immagini adatte al 1 aprile, ma soprattutto vediamo a quando risale la tradizione che è arrivata fino ad oggi.

Il 1 aprile è universalmente la giornata dedicata agli scherzi e sicuramente ci sarà un gran fermento su WhatsApp e Facebook per il Pesce d’Aprile 2017, per questo consigliamo di non dare troppo credito agli eventuali messaggi allarmisti che vi arriveranno.

Chi invece preferisce divertirsi con le persone che incontra, proponiamo una lista di scherzi divertenti a cui nessuno potrà resistere, per onorare la tradizione più antica de il Pesce d’Aprile.

Tra pochi giorni è il 1 aprile e in molti si divertiranno a fare scherzi inviando frasi spiritose o video simpatici in chat, o semplicemente facendo piccoli scherzi di persona ai propri colleghi o famigliari. Questa è una tradizione che viene onorata ormai da così tanto tempo che le origini si perdono nei secoli. Con il passare degli anni, il Pesce d’Aprile ha assunto dimensioni sempre maggiori e con l’arrivo dei social network è cresciuto ancora.

In questa giornata sono tantissime le testate giornalistiche che amano fare degli scherzi ai lettori. Quindi attenzione alle bufale che gireranno non solo in chat, ma anche su Internet, specialmente sui siti minori che spesso vengono accolte in buona fede anche dalle grandi testate. Prima di prendere per buono tutto ciò che leggete cercate di capire se si tratta o no di un Pesce d’Aprile 2017, dato che anche Google si divertirà come vuole la tradizione.

Se anche voi non volete essere da meno e volete sfruttare la giornata del 1 aprile per fare degli scherzi simpatici vi consigliamo di continuare a leggere l’articolo. Di seguito, infatti, trovate i consigli per alcuni scherzi per fare un Pesce d’Aprile ai vostri amici. Attenzione però a non esagerare, perché, come dice il detto, “lo scherzo è bello quando dura poco”.

Pesce d’Aprile 2017: frasi divertenti da inviare il 1 aprile

Dal momento che si avvicina la data del 1 aprile, è bene iniziare a pensare a qualche scherzo da fare ai propri amici, ma prima di mettere a lavoro la fantasia per fare il vostro Pesce d’Aprile di persona, qui vediamo alcune frasi divertenti da inviare su WhatsApp.

Il 1 aprile non è un giorno di festa, quindi non si tratta di frasi d’auguri. Tuttavia, potete cogliete l’occasione per prendervi gioco (in maniera scherzosa) di un vostro amico, che a sua volta potrebbe tirarvi uno scherzo. Ecco una lista delle frasi simpatiche perfette per il 1 aprile 2017:

  • “Scusa, mi sono reso conto che con te ho esagerato. Il mio scherzo è stato veramente di cattivo gusto. Firmato, la Natura”
  • “E se il pesce d’aprile fosse in realtà il 2 aprile, e quest’oggi fossimo tutti vittima di un pesce d’aprile?”
  • “Tu hai sensualità, hai stile, hai intelligenza; tu hai la bellezza, hai fascino, hai un cuore grande, e io... Io ho sbagliato numero! Scusami tanto!”
  • “Al telegiornale ho visto la notizia di una scimmia scappata dallo zoo: fammi sapere dove sei ora!”
  • “L’intelligenza è qualcosa di divino piovuto dal cielo…quel giorno per caso avevi l’ombrello aperto?”
  • “Non farti ingannare! Il 1 aprile non ti rende meno idiota degli altri giorni dell’anno!”
  • “Per te il primo aprile è un momento importante: ti alleni per il Pesce d’Aprile sparando scemenze tutto l’anno!”

Pesce d’Aprile 2017: quali scherzi fare il 1 aprile?

Da tempo la tradizione vuole che il primo d’aprile ci si facciano degli scherzi, e quindi, nonostante il progresso tecnologico ci consenta di sbizzarrirci in chat su WhatsApp, via SMS, su Facebook, o mandando video e foto divertenti, bisogna ricordare che il Pesce d’Aprile vero e proprio è lo scherzo in vecchio stile.

Uno degli scherzi più famosi è quello telefonico, quindi se riuscite con facilità a modificare la vostra voce potete chiamare un amico cercando di sfruttare una delle sue debolezze, e con numero privato potete fingere di essere chiunque.

Nel caso in cui non siate molto esperti, potete chiedere l’aiuto di una delle applicazioni per scherzi presenti per smartphone, come ad esempio Juasapp. Questa è un app in cui trovate un’ampia selezione di scherzi telefonici da inviare ai vostri amici per fargli un simpatico Pesce D’Aprile. Inoltre, una volta fatti gli scherzi vengono salvati, quindi potrete condividerli con i vostri amici per sorridere con loro.

Se invece state cercando delle idee più originali per fare il Pesce d’Aprile ai vostri amici, famigliari o colleghi, potete scegliere di seguire uno dei nostri consigli:

  • se riuscite ad entrare in possesso del loro computer potete capovolgergli il desktop. Come fare? Semplice, spingete il tasto “Alt gr” e componete il codice 0200 sul tastierino numerico che si trova a sinistra della tastiera. Per far tornare lo schermo del computer come era prima dovete spingere “Ctrl”+“Alt” e il pulsante “Su” del tastierino direzionale;
  • senza farvene accorgere mettete del nastro isolante nel punto in cui il telecomando invia il segnale infrarossi alla televisore. In questo modo cambiare canale sarà quasi impossibile!;
  • prendete una moneta da 2€ e incollatela per terra con una colla abbastanza potente. Sarà molto divertente vedere quanto tempo ci mette il malcapitato per capire che si tratta di uno scherzo.
  • Se volete fare il pesce d’Aprile ai colleghi in ufficio, potete anche cambiargli lo sfondo del computer con una foto diversa e divertente.

E non dimenticate che la tradizione vuole che chiunque sia vittima dello scherzo deve avere il Pesce D’Aprile incollato dietro alla schiena. Questo è uno dei più innocenti e facili scherzi, che funziona ad ogni età. Si inizia a fare da bambini e si continua a fare da adulti e non smette mai di essere divertente, sia per chi lo fa che per chi se ne accorge. Se non siete degli artisti e non siete in grado di disegnarne uno abbastanza simpatico, potete stampare e ritagliare una delle immagini che trovate di seguito.

Quali sono le origini del Pesce d’Aprile?

Le origini del Pesce d’Aprile sono ancora dibattute per i diversi riferimenti storici che sono arrivati fino a noi. A quanto pare non c’è una sola storia, ma ci sono diverse teorie sulla nascita del Pesce d’Aprile.

Secondo alcuni le origini del Pesce d’Aprile sono da rintracciare in Francia e risalgono al 1582, quando fu introdotto il calendario Gregoriano. Prima di allora il Capodanno era celebrato tra il 25 marzo e il 1 aprile e per questo è probabile che non tutti si abituarono subito alla modifica. Quindi, coloro che ancora si confondevano venivano indicati come gli “sciocchi d’aprile”. Alcuni continuarono a scambiarsi regali nel primo giorno del mese, festeggiando il Capodanno il primo aprile come se nulla fosse cambiato. Fu così che decisero di prendersi poco sul serio regalandosi pacchi vuoti in cui era presente solo un biglietto con scritto “poisson d’avril” (pesce d’aprile).

Un’altra origine è italiana e precisamente da Aquileia, ed è una delle storie più antiche. Si dice che il beato Bertrando di San Genesio, patriarca di Aquileia dal 1334 al 1350, avrebbe salvato il papa di allora dal soffocamento per una lisca di pesce, e quest’ultimo, per gratitudine, avrebbe deciso che ad Aquileia il primo aprile non si mangiasse più pesce.

Questa si mescola alla tradizione marinaresca tutta italiana secondo cui il 1° aprile era vietato andare per mare, poiché era il giorno in cui la Sirena Partenope avrebbe trasformato i marinai in pesci. Ad esempio il dolce del pesce di cioccolato che si trova a Venezia e soprattutto a Napoli nasce per consolare i pescatori del mancato pescato del giorno, che di ritorno dal mare venivano scherniti dai compaesani.

Pesce d’Aprile nel mondo: usi e tradizioni

Il Pesce d’Aprile come lo conosciamo noi è tradizione in Italia, Belgio, Francia, Olanda e nei Paesi francofoni come Svizzera e alcune parti del Canada. Nei Paesi del nord Europa ci si limita a notizie false sui giornali.

Nel Regno Unito è chiamato April Fool’s Day e le prime tracce si ritrovano nell’opera Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer. Lo scherzo consiste nel gridare April fool! al malcapitato, che di conseguenza diventa lo “sciocco d’aprile”. In Scozia e in Irlanda lo scherzo consiste nell’affidare un messaggio importante ad una persona, affinché lo dia ad un’altra persona. Una sorta di catena di Sant’Antonio verbale e manuale, che nella lettera contiene un motto che suona più o meno come “Porta avanti lo scherzo!”.