Pensione: possibilità di quota 100 e cristallizzazione opzione donna

Lorenzo Rubini

4 Febbraio 2021 - 13:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quando è possibile accedere alla pensione con quota 100 e per quanto tempo si mantiene il diritto di pensionarsi con l’opzione donna?

Pensione: possibilità di quota 100 e cristallizzazione opzione donna

Il dubbio sulla possibilità di poter accedere alla pensione con una determinata misura e quello riguardante la cristallizzazione del diritto alla quiescenza sono quelli maggiormente frequenti nei lavoratori che sono prossimi a lasciare il mondo del lavoro.

In questo articolo risponderemo agli interrogativi di tre lettori di Money.it che ci hanno interrogato sul diritto alla pensione con quota 100 e sulla presentazione della domanda di pensione con opzione donna.

Pensione e dubbi

  • “Buongiorno ho iniziato a lavorare nell’anno 1981 e quest’anno maturo 40 di lavoro. Sono del 1960. Posso il prossimo anno andare in pensione con quota 100? grazie”

Pur compiendo il prossimo anno i 62 anni richiesti per l’accesso alla pensione con la quota 100, non potrà accedere al pensionamento con questa misura visto che la stessa scade il 31 dicembre 2021. Potranno fare richiesta, nel 2022, alla pensione con la quota 100 solo coloro che comunque, entro la fine del 2021 hanno raggiunto i 38 anni di contributi e i 62 anni di età.

In ogni caso, raggiungendo il prossimo anno 41 anni di contributi potrà accedere al pensionamento con la pensione anticipata ordinaria non appena matura i 41 anni e 10 mesi di contributi se è donna e i 42 anni e 10 mesi di contributi se è uomo.

  • “Possibile Quota 100 con 38 anni contributivi e 62 anni di età anagrafica? Sono dipendente Ata nella scuola. Quanto corrisponderebbe la pensione mensile, tenuto conto che sono percettrice di A. I. O. perché riconosciuta invalida all’80%?Grazie.”

Purtroppo i titolari di assegno ordinario di invalidità non possono accedere a nessuna forma di pensione anticipata. Nello specifico tali lavoratori vedranno il proprio assegno d invalidità trasformarsi in pensione non appena raggiunti i requisiti per accedere alla misura di vecchiaia.

  • “Chi ha maturato nel 2020 il diritto alla pensione opzione donna con 59 anni di età e 37 di contributi può andare in pensione quando vuole? In pratica il diritto viene congelato anche se lo stato decide di non rinnovare l’opzione donna? Grazie per l’eventuale risposta. È per la mia signora”

La proroga dell’opzione donna prevista dalla legge di Bilancio 2021 prevede che possano richiedere la pensione con il regime sperimentale tutte le lavoratrici che entro il 31 dicembre 2020 abbiano raggiunto i requisiti richiesti per l’accesso. Il diritto alla pensione con opzione donna è esercitabile in un qualsiasi momento successivo all’apertura della finestra di 12 18 mesi prevista per la decorrenza della pensione e non è legato all’eventuale proroga del regime sperimentale anche negli anni successivi.

Avendo cristallizzato il suo diritto alla pensione opzione donna raggiungendo i requisiti anagrafici e contributivi entro la fine del 2020, pertanto, potrà esercitare tale diritto anche negli anni successivi. Una eventuale proroga, infatti, allargherebbe il diritto ad altre lavoratrici ma è ininfluente nei contributi di chi lo ha già raggiunto.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories