Parcheggio auto, 5 consigli per evitare problemi

Alcuni suggerimenti per un parcheggio sicuro, tra strisce blu a pagamento e parcheggi privati.

Parcheggio auto, 5 consigli per evitare problemi

Il parcheggio della propria auto è spesso un’impresa e un rischio: ogni volta che si lascia il veicolo lo si espone a possibili atti vandalici, piccoli incidenti o - in caso di errore dell’automobilista - a multe o rimozione.

La ricerca di un parcheggio auto è una attività che ormai riguarda la maggior parte degli italiani, specialmente coloro che vivono nelle grandi città e non possono permettersi un garage privato in acquisto o in affitto. L’impresa diventa ancora più difficile perché sono effettivamente pochi i posti a disposizione, e ancora meno quelli gratuiti.

In molte zone delle grandi città ci sono poi i parcheggiatori abusivi, a cui gli automobilisti raramente dicono di no per evitare rigature o graffi sulla propria auto, danni che possono arrivare comunque. Come non pensare poi ai numerosi furti d’auto? Ecco quindi alcuni consigli per parcheggiare al meglio, nei limiti del possibile consentito dalle nostre città.

Parcheggio auto, 5 consigli da non dimenticare

Domani molte funzioni di parcheggio saranno svolte dalle automobili in totale autonomia, anche senza il conducente a bordo, come visto già sulle case del gruppo Volkswagen.

Parcheggiare bene

Dovrebbe essere una regola, ma spesso viene dimenticata: il parcheggio deve essere nel rispetto delle norme e della segnaletica, oltre che di tutti gli utenti della strada. Quindi niente strisce pedonali, né piani inclinati per disabili, niente parcheggi dove la sosta è vietata, sulle fermate dei bus o sui posti riservati a disabili o lavoratori. Si consiglia quindi di pagare sempre il ticket quando si lascia l’auto sulle strisce blu negli orari previsti dal tariffario, e non bisogna mai mettersi a cavallo tra due posti o uscire troppo dalle strisce.

Scegliere la zona

Gli automobilisti sono costantemente divisi nella scelta tra una lunga ricerca per un posto in una zona vicina e più sicura o una ricerca più breve ma in un posto lontano e meno sicuro. Il consiglio è di impegnarsi sulla prima scelta, nonostante possa comportare più fatica, perché è sempre meglio che tornare al parcheggio e trovare l’automobile rovinata o derubata.

Rispettare le automobili

Può capitare di usare tutte le accortezze e ritrovare la propria auto graffiata dallo sportello di quella che era parcheggiata a fianco, o con il paraurti crepato per un leggero tamponamento in fase di parcheggio in fila. Per questo motivo è bene comportarsi nel massimo rispetto delle auto e degli automobilisti, per evitare anche eventuali piccole vendette a spese della carrozzeria.

Controllare l’ambiente circostante

In un inverno tempestoso è meglio evitare parcheggi sotto agli alberi, e in generale è sempre meglio non lasciare l’auto sotto ai balconi, per evitare di ritrovarsi un vaso rotto sul parabrezza. Sono consigliati invece i parcheggi in cui almeno uno dei quattro lati rimanga al “sicuro” da passaggi auto e dai pedoni, per ridurre al massimo il rischio di danni. Al chiuso, ad esempio, sono consigliati i parcheggi a fianco delle colonne in cemento.

Evitare danni o furti

Come già consigliato, per evitare furti è necessario non lasciare oggetti in mostra e cercare di lasciare l’auto in parcheggi piuttosto trafficati in modo che nessun ladro abbia il tempo necessario per il furto. In generale, il parcheggio è sempre un rischio. Anche nei migliori parcheggi sotterranei, nelle migliori zone e strisce blu, può capitare un danno. Per questo motivo, è meglio seguire questi piccoli accorgimenti per non avere problemi con i propri parcheggi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Parcheggio

Argomenti:

Parcheggio

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

1 settimana fa

Strisce blu Roma fino a 3 euro: la novità da gennaio 2019

Strisce blu Roma fino a 3 euro: la novità da gennaio 2019

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

1 mese fa

Viaggiare d’estate in auto, come rinfrescarsi dal caldo?

Viaggiare d'estate in auto, come rinfrescarsi dal caldo?

Commenta

Condividi