Nuovo Codice della strada, in arrivo multe più severe: ecco cosa cambia

Torna in discussione il nuovo Codice della strada. Molte le novità in arrivo per guidatori e passeggeri. Ecco come cambiano le regole della circolazione su stradale.

Nuovo Codice della strada, in arrivo multe più severe: ecco cosa cambia

Il nuovo Codice della strada sta per diventare realtà. Le modifiche delle vecchie regole sono tornate al centro della discussione in Parlamento dopo lo stop di quest’estate, dovuto all’improvvisa caduta del Governo.

L’ultima discussione, che dovrebbe anche essere quella definitiva, è stata posticipata alla prossima settimana, ma alcune novità sembrano essere già confermate. Tra queste l’inasprimento delle sanzioni per chi usa il telefono alla guida, il divieto di fumare per il guidatore e la multa per il conducente dell’auto se il passeggero non indossa la cintura di sicurezza.

In generale, il nuovo Codice della strada risulterà più severo del precedente, soprattutto in materia di guida in stato di ebbrezza e tutela dei passeggeri minori (con nuovi obblighi sui seggiolini).

Nell’attesa dell’approvazione definitiva, vediamo quali potrebbero essere le novità di maggior rilievo.

Veicoli 125 cc in autostrada

Una delle novità più interessanti è l’eliminazione del divieto di circolazione su tangenziali e autostrade ai motoveicoli 125 cc. La norma, su cui sono in accordo sia Lega che M5S, prevede che i motocicli con una cilindrata inferiore a 150 cc e maggiore di 120 cc potranno circolare sulle dette tratte purché guidati da maggiorenne in possesso di patente A, B o di categoria superiore, oppure, con almeno due anni di patente A1 o A2.

Telefono alla guida alla guida, e non solo

Per quanto riguarda l’uso del telefono alla guida, vengono accorpati anche computer portatili, notebook, tablet e “dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”. Chi viene colto alla guida con il telefono o altro dispositivo oltre alla multa rischia anche la sospensione della patente dai 7 ai 30 giorni, o da uno a tre mesi in caso di infrazione reiterata. Aumentano anche le sanzioni pecuniarie, che vanno da 422 euro fino a 1697 euro. Per la seconda violazione in due anni la multa partirà da 644 euro e potrà sfiorare i 2.000 euro. Inoltre in caso di incidenti c’è la possibilità di procedere al sequestro del telefono cellulare.

Semaforo, luce gialla da 5 secondi

La durata dei semafori cambia in base all’incrocio, ma la proposta in esame vuole introdurre un tempo minimo di almeno 5 secondi per la durata della luce gialla di passaggio tra il verde e il rosso.

Guida senza patente

Raddoppiano le sanzioni se il conducente che guida senza patente o con patente diversa sarà coinvolto in un incidente stradale.

Kit per alcool test in discoteca

Tra le misure in valutazione c’è anche quella di prevedere fuori dalle discoteche un kit completo per effettuare l’alcool test prima di mettersi alla guida. Questo, stando alle dichiarazioni del Ministro Lamorgese, dovrebbe essere gratuito e sarà messo a disposizioni di tutti i ragazzi che vogliono verificare il tasso alcolemico prima di abbandonare la discoteca e recarsi a casa.

Decurtazione punti

In caso di violazioni che prevedono la decurtazione di punti dalla patente, non contestate su strada, comunicare l’identità di chi era alla guida al momento dell’infrazione sarà obbligatoria solo in caso la persona sia diversa dal proprietario dell’auto. L’avvenuta decurtazione non sarà più notificata e ogni automobilista dovrà controllare eventuali variazioni solo sul Portale dell’automobilista.

Spazi riservati ai disabili

Sale la multa per chi sosta sugli spazi riservati ai disabili: da 87 a 161 euro per le auto e da 41 a 80 euro per ciclomotori e motoveicoli. Invece i veicoli al servizio degli invalidi potranno sostare gratuitamente anche nelle aree di parcheggio a pagamento nel caso in cui i posti a loro riservati siano occupati. Le macchine ad uso di persone invalide potranno anche circolare sulle piste ciclopedonali in caso di emergenza.

Parcheggi rosa

I Comuni potranno riservare spazi per la sosta di veicoli di donne in stato di gravidanza o con un bambino piccolo.

Foglio rosa

Raddoppia la durata del foglio rosa da 6 a 12 mesi.

Violazioni

Una banca dati delle violazioni dove trasmettere i dati. I dati dell’anno precedente saranno messi a disposizione di tutti entro il 30 giugno di ogni anno sul sito del ministero.

Strade scolastiche

I Comuni potranno stabilire particolari limiti di velocità in prossimità degli edifici scolastici negli orari di inizio o fine delle lezioni, per salvaguardare l’attraversamento dei bambini.

Segnali sociali

La proposta di legge introduce “segnali che indicano messaggi sociali o di sensibilizzazione”.

Ambulanze

Sarà consentito il trasporto di un accompagnatore ma solo se lo richiederà la persona soccorsa.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories