Liquidazione TFS dopo pensione quota 100: dopo quanto?

Lorenzo Rubini

18 Marzo 2021 - 14:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il trattamento di fine servizio per i dipendenti pubblici viene liquidato in tempi molto lunghi, che si allungano ancora di più quando si sceglie il pensionamento con la quota 100.

Liquidazione TFS dopo pensione quota 100: dopo quanto?

La liquidazione del TFS nel pubblico impiego avviene con tempi diversi in base a quella che è stata la motivazione che ha portato alla cessazione del rapporto di lavoro. Se, quindi, per chi accede alla pensione di vecchiaia, viene collocato a riposo d’ufficio o ha la scadenza del contratto a termine l’attesa è di soli 12 mesi, per tutte le altre cessazioni è necessario attendere 24 mesi.

Per chi accede alla pensione con quota 100, poi, i tempi di attesa di dilatano ulteriormente. Rispondiamo, a questo proposito, ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buon giorno ho lavorato per il comune di Torino, ho 65 anni e sono andata in pensione con quota 100 con 64 anni di età e 40 anni di contributi, da ottobre 2020, cortesemente mi può dire quando prenderò il TFR?”.

Liquidazione TFR dopo quota 100

Come anticipato in apertura per chi accede alla pensione con la quota 100 la liquidazione del TFS avviene con tempi più lunghi visto che il decreto 4/2019 ha previsto che «il personale degli enti pubblici di ricerca, cui è liquidata la “pensione quota 100”, conseguono il diritto alla decorrenza dell’’indennità di fine servizio comunque denominata al momento in cui tale diritto sarebbe maturato a seguito del raggiungimento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico ai sensi dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201».

Nello specifico, quindi, il diritto al TFS si matura:

  • o 12 mesi dopo il raggiungimento dell’età per accedere alla pensione di vecchiaia
  • o 24 mesi dopo il prospettico raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

Viene applicato il tempo più vantaggioso per il lavoratore.
Nel suo caso, avendo avuto accesso alla pensione quota 100 nel 2020 con 64 anni di età e con 40 anni di contributi, il diritto al TFS si matura:

  • o 12 mesi dopo il raggiungimento dei 67 anni (dopo 4 anni circa)
  • o 12 mesi dopo il raggiungimento prospettico dei 41 anni e 10 mesi di contributi (dopo 4 anni circa).

Di fatto, quindi, in un caso o nell’altro percepirà il suo TFS solo nel 2024.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

# TFR

Iscriviti alla newsletter

Money Stories