Ipo Robinhood: tutto quello che c’è da sapere

Pierandrea Ferrari

19 Luglio 2021 - 16:54

condividi

La piattaforma di trading USA Robinhood si prepara allo sbarco in Borsa. Fissata la forchetta di prezzo, si punta ad una valutazione stellare.

Ipo Robinhood: tutto quello che c'è da sapere

Archiviata l’indagine della Financial Industry Regulatory Authority, che ha comminato a Robinhood una multa da 57 milioni di dollari per aver ingannato i suoi clienti approvando compravendite non idonee ai profili dei trader e non supervisionando adeguatamente le proprie tecnologie, la piattaforma di trading USA guarda al futuro e prepara - dopo i tanti rinvii degli scorsi mesi - il lancio della sua Ipo a Wall Street.

Ipo Robinhood: tutto quello che c’è da sapere

Secondo quanto emerso dalla documentazione inviata da Robinhood alla SEC, l’ente federale USA preposto alla vigilanza della Borsa, la piattaforma ha fissato il prezzo delle proprie azioni in una forbice tra i 38 e i 42 dollari. L’obiettivo, fanno sapere dalla società di brockeraggio, è raccogliere fino a 2,3 miliardi di dollari nel giorno del debutto con l’offerta di circa 55 milioni di azioni, per una valutazione complessiva della piattaforma di 35 miliardi, che renderebbe quella di Robinhood la quinta Ipo più ricca dell’anno.

La società, inoltre, ha precisato che tra il 20% e il 35% dei titoli saranno offerti ai clienti della piattaforma. 2,63 milioni di azioni saranno piazzate sul mercato direttamente dai fondatori e dal direttore finanziario della trading app. Lo scambio di carte con la SEC, ora, apre al roadshow per gli investitori, ovvero il passaggio pre-Ipo in cui la società emittente raccoglie potenziali adesioni di investimento.

Boom di utenti e ricavi per Robinhood

L’intenzione di Robinhood, del resto, è chiara: capitalizzare l’enorme interesse che è riuscita ad attirare nella stagione pandemica, soprattutto grazie ai cosiddetti meme stock. Nonostante la recente indagine della Financial Industry Regulatory Authority, e l’intricato caso GameStop dello scorso febbraio, la piattaforma ha generato nel 2020 un utile netto di 7,4 milioni su un fatturato di 959 milioni, contro il rosso di 107 milioni dell’anno precedente.

Il numero di utenti, invece, è più che raddoppiato, passando da 8,6 a 17,7 milioni di trader attivi mensilmente nel giro di un anno. L’obiettivo, ora, è di portare i profili collegati ad un conto bancario oltre la soglia dei 22 milioni.

Argomenti

# IPO

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.