Come funziona Instagram Stories

icon calendar icon person
Come funziona Instagram Stories

Guida completa a Instagram Stories: come farle, modificarle e salvarle sul telefono, chi può vederle e come cancellarle. Tutto quello che hai sempre voluto sapere.

Le Storie di Instagram sono ormai una tendenza di cui gli instagrammer più attivi non possono più fare a meno: la società ha rivelato che oltre 250 milioni di persone usano Instagram Stories.

Perché piacciono così tanto? Perché consentono di raccontare una storia per immagini e clip. Anziché postare le solite foto, Instagram Stories crea una slideshow gallery, ovvero una sequenza di foto e/o video nello stesso contenuto, eventualmente modificabile con sticker, scritte a mano, sondaggi (la nuova funzionalità aggiunta di recente) e filtri.

Trascorse 24 ore dalla pubblicazione, la storia sparisce dal feed e nessuno potrà più vederla a meno che non l’abbia salvata sul telefono. Leggi anche Instagram: come salvare foto, video e Storie senza screenshot

Ecco alcuni trucchi per chi ne fa già uso, ma anche la guida completa per chi le sta scoprendo ora e si chiede cosa sono le Storie di Instagram, come funzionano, si caricano, si modificano e chi può vederle.

Come si fanno le Storie su Instagram?

Per fare una storia su Instagram bisogna aprire l’app e cliccare sul nostro avatar contrassegnato dal bollino azzurro (+). In questo modo si apre la fotocamera dello smartphone e si può scegliere se usare quella posteriore o quella dei selfie.

Per accedere alla fotocamera che Instagram ha realizzato appositamente per le Storie e le Dirette si può anche cliccare dalla Home sull’icona della fotocamera in alto a sinistra, oppure fare swipe da sinistra verso destra.

A questo punto non ci resta che scegliere che tipo di contenuto creare. Come possiamo vedere, sul display appaiono diverse voci e simboli. Ecco cosa significano.

Icona di foto con paesaggio: foto scattate e video girati nelle ultime 24 ore, utilizzabili per creare una storia in un secondo momento;
Icona flash: serve per mettere il flash, toglierlo o impostarlo in automatico;
Tasto grande al centro: serve per scattare la foto o, se tenuto premuto a lungo, per fare un video;
Icona freccette: passa da fotocamera posteriore a selfie e viceversa;
Icona faccina: apre filtri facciali ed effetti 3D sullo stampo di Snapchat (occhiali, orecchie, oggetti...).

In basso, da sinistra a destra, troviamo le voci In Diretta, Normale, Boomerang, Superzoom, All’indietro e Senza tenere premuto. Queste opzioni si riferiscono all’effetto che vogliamo dare alla storia di Instagram, ad esempio se vogliamo ottenere l’effetto riavvolgimento video sceglieremo All’indietro, mentre per un effetto suspence che mostra il soggetto sempre più ravvicinato con una musica da thriller, selezioniamo Superzoom.

Una volta fatto il video o la foto, in alto a destra appare il simbolo di una matita e la voce “Aa”. Come intuibile, si tratta delle opzioni che consentono di aggiungere testi e di disegnare a mano sopra i contenuti.

È possibile scrivere in corsivo, in grassetto, in stampatello, aggiungere emoji e disegnare con il dito scegliendo il tratto e il colore della matita o del pennello. In più Instagram offre alcuni adesivi particolari, come localizzazione, data, temperatura e ora. Per pubblicare la storia su Instagram Stories bisogna cliccare sul pulsante bianco dove appare il simbolo della spunta.

Come caricare foto e video già esistenti

Abbiamo visto come fare Storie Instagram scattando nuove foto e girando nuovi video, ma c’è un modo per creare storie con foto e video già esistenti nella gallery dell’app. Basta cliccare sull’icona che rappresenta la foto di un paesaggio oppure, dalla schermata della videocamera, fare swipe verso l’alto o verso il basso per veder comparire una finestra con gli ultimi scatti e i filmati fatti nelle ultime 24 ore.

L’applicazione di Instagram si collega direttamente al rullino fotografico. Attualmente è possibile caricare soltanto i contenuti più recenti, ma presto arriverà la possibilità di pubblicare come Stories foto e video più vecchi di 24 ore.

Come taggare nelle Storie Instagram

Tra le opzioni per modificare le foto e i video delle Storie, Instagram offre la possibilità di taggare direttamente dalle Stories. Per farlo non serve altro che scegliere l’impostazione per digitare il testo e scrivere “@” seguito dal nome dell’utente.

Automaticamente Instagram propone nella parte bassa gli utenti che è possibile taggare nella Storia, e dopo aver scelto cliccando sulle icone delle persone, si completa la Storia con la pubblicazione.

Come fare i sondaggi

Una delle ultime funzioni aggiunte da Instagram è la possibilità di inserire sondaggi all’interno delle Storie e invitare i propri follower a votare.

  • Scattare una foto o un video
  • Selezionare l’icona da cui si aprono emoji e sticker
  • Scegliere l’adesivo POLL e trascinarlo su un punto qualsiasi del display
  • Scrivere la domanda e inserire le possibili risposte.

Dopo aver pubblicato la storia possiamo monitorare in tempo reale l’andamento del sondaggio, vedere chi ha risposto e qual è la risposta che sta ottenendo più successo.

I nomi degli utenti che hanno partecipato al poll sono visibili solo a chi lo ha pubblicato. Anche i sondaggi durano 24 ore e poi si autodistruggono.

Chi può vedere le mie Storie su Instagram

Dalla Home possiamo vedere le nostre storie e quelle di chi seguiamo, mentre nella sezione “Esplora” possiamo vedere le storie degli utenti che ci propone Instagram, dai brand ai personaggi famosi. Quando c’è una storia nuova da vedere, l’icona tonda dell’avatar si colora e si anima.

Per scoprire chi può vedere le nostre storie su Instagram, scopriamo come funziona il meccanismo delle visualizzazioni. Dalla Home, in alto, possiamo vedere le Stories dei nostri amici, o meglio degli account che seguiamo, siano questi brand, squadre sportive, celebrità, comuni amici. Nella sezione Esplora, sempre in alto, possiamo vedere le Storie che ci suggerisce Instagram, profilate in base ad interessi e visualizzazioni nostri e dei nostri amici.

Chi ha un profilo privato mantiene le proprie Storie disponibili soltanto ai propri followers. Non è quindi possibile vedere le Storie di utenti con profilo privato senza seguirli. Queste non appaiono neanche nella sezione esplora.

Per chi ha un profilo pubblico, le Storie sono a disposizione di chiunque capiterà sull’account, così come possono finire nella sezione esplora degli utenti.

Per visualizzare la storia di qualcuno basta toccare la foto del profilo e la storia verrà visualizzata a schermo intero: questo meccanismo funziona sia se accediamo alle Storie da Home o Esplora, sia se siamo su un profilo pubblico. Vengono mostrati i contenuti pubblicati nelle ultime 24 ore, in ordine cronologico dal più vecchio al più recente. Trascorse 24 ore il contenuto scompare e non potrà più essere disponibile, a meno che non sia stato precedentemente salvato sul telefono, ma questo vale soltanto per le proprie Storie e non quelle degli altri.

Mentre scorre una storia, toccando lo schermo si può vedere anche cosa è stato pubblicato di recente dallo stesso utente, andando avanti tra le Storie, mentre quando le icone sono cerchiate di rosso significa che è pronta una nuova storia. Se invece le Storie che stiamo vedendo hanno testi lunghi o sono video che ci interessano molto, tenendo premuto in un punto qualunque dello schermo si riesce a mettere in pausa lo scorrimento del tempo.

Cliccando sulle nostre Storie, Instagram fornisce l’elenco di chi ha visualizzato in ordine cronologico, ponendo più in basso i primi e più in alto i più recenti utenti che hanno visto e Storie. Vedere chi visualizza le Storie è disponibile soltanto entro le 24 ore prima che esse scompaiano da Instagram.

A differenza delle tradizionali foto e video di Instagram, su Stories non ci sono cuoricini e commenti pubblici, ma ogni commento arriva come messaggio diretto a chi ha pubblicato la Storia. Lo stesso avviene quando si viene taggati nelle Storie.

Instagram Stories, come eliminare e rendere private le storie

Se invece il risultato non ti convince e non vuoi rendere pubblica la tua storia puoi sia eliminarla sia filtrare le persone che possono vederla, ovvero renderla “privata”. Puoi anche salvare il video o la foto per pubblicarli in un secondo momento facendo clic sulla freccetta che appare in basso a destra.

Se invece vuoi selezionare gli utenti a cui nascondere i contenuti che pubblichi vai su “Impostazioni delle storie” dai tre puntini in basso a destra, e seleziona i follower che non potranno vedere le tue storie.

Hai pubblicato una storia con Instagram Stories ma te ne sei pentito e vuoi cancellarla? Farlo è semplice: clicca sul tuo avatar e poi sui tre puntini in basso a destra da cui si apre un menu con varie opzioni, tra cui “Elimina”.

Come salvare le Storie di Instagram

Se le Storie che avete fatto vi piacciono, sono particolarmente importanti o semplicemente le volete conservare, è possibile salvarle sul proprio smartphone.

In alto a destra nella Storia trovate l’icona del salvataggio. In questo modo anche se scomparirà da Instagram rimarrà sul vostro cellulare, e se volete potrete condividerla come tradizionale foto di Instagram che andrà a finire sul vostro profilo.

Leggi anche Instagram: come scaricare i video e le dirette streaming

Questa opzione, però, è possibile anche al momento del lancio della Storia. Mentre invece, una volta che si è pronti per la pubblicazione si può decidere se mandarla online come Storia o se inviarla anche privatamente ad alcuni contatti.

Instagram Stories, differenze con Snapchat

La nuova funzione di Instagram ricorda molto le Storie di Snapchat, introdotte nel 2013 e caratteristica peculiare del social con il fantasmino. Così come su Snapchat, le foto e i video condivisi con Instagram Stories sono visibili per un giorno e poi svaniscono.

Instagram Stories, anche se imita Snapchat, non ha le stesse funzioni: almeno per il momento la nuova feature di Instagram non consente di aggiungere effetti speciali e videomontaggi, ma solo di personalizzare foto e video con scritte, emoticon e disegni a mano.

Una volta creato il tuo contenuto originale puoi decidere se renderlo pubblico a tutti i tuoi follower e non oppure se condividerlo con una stretta cerchia di amici. Inoltre i contenuti pubblicati con Instagram Stories non appaiono nel proprio feed, come se utilizzassero un altro canale Instagram.

Anche se la funzione integrata nel feed del profilo potrebbe arricchire la propria pagina Instagram, questa mossa è utile sia per garantire un minimo di privacy sia per non generare troppa confusione. Vediamo ora come si usa Instagram Stories per creare la nostra storia.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Instagram

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]