Gomme invernali o 4 stagioni? Differenze, vantaggi e svantaggi

Ogni 15 novembre scatta l’obbligo delle gomme invernali, ma alcuni automobilisti preferiscono montare le gomme 4 stagioni che vanno bene tutto l’anno. Qual è la scelta migliore?

Gomme invernali o 4 stagioni? Differenze, vantaggi e svantaggi

Da quando è in vigore l’obbligo ogni 15 di novembre di montare sulla propria auto le gomme invernali per rimettere quelle estive a metà aprile, molti automobilisti scelgono di equipaggiare la propria auto con le gomme 4 stagioni.

Le all season sono fatte per garantire aderenza e il massimo delle prestazioni in ogni momento dell’anno ed evitano quindi la noia di dover fare il cambio gomme ogni anno e di dover conservare il treno di pneumatici nei mesi in cui non viene utilizzato.

Come per le invernali, queste gomme devono avere la sigla M+S e non sostituiscono le catene da neve che invece devono sempre essere montate in caso di fondi ghiacciati o nevicate. Hanno un battistrada più profondo delle gomme estive e una mescola che si adatta sia al freddo che al caldo. Il disegno, infine, è diverso dagli altri due tipi di gomme perché unisce le caratteristiche dell’uno e dell’altro, presentando anche scanalature per eliminare l’acqua.

Vediamo qual è la scelta migliore tra montare le gomme invernali - e mantenere quindi due set di pneumatici da alternare - e montare le gomme 4 stagioni.

Gomme invernali o gomme 4 stagioni?

Le gomme invernali sono fatte per garantire elevata tenuta di strada su ogni superficie, comprese quelle innevate o fangose che solitamente ostacolano l’aderenza. L’ottima trazione coincide anche con tempi brevissimi di risposta della frenata e il tutto è pensato per garantire sicurezza e prestazioni con il freddo e con le temperature sotto zero.

La mescola riduce lo spazio di frenata e il disegno smaltisce l’acqua e riduce il rischio di aquaplaning.

Le gomme 4 stagioni invece funzionano sia alle alte che alle basse temperature, sia sull’asciutto che sul bagnato ma nonostante le buone prestazioni non raggiungono mai il livello delle gomme invernali quando si guida a basse temperature o su neve e fango né il livello delle estive ad altissime temperature.

Le gomme 4 stagioni sono particolarmente indicate per le zone con clima continentale, dove lo sbalzo termico è contenuto e le precipitazioni nevose non sono frequenti, come nelle zone di pianura del Centro Italia e le zone costiere. Tuttavia in Italia è arrivato ovunque il grande sbalzo termico e climatico con estati torride e inverni rigidi con nevicate anche a bassa quota, che rende le gomme 4 stagioni un investimento forse inadeguato.

Gomme invernali o gomme 4 stagioni, cosa scegliere?

Gomme invernali Gomme 4 stagioni
Tenuta di strada Elevata anche su fango e ghiaccio Elevata
Mescola Realizzata per basse temperature Versatile, per reagire con ogni condizione climatica
Disegno Ampi incavi e battistrada di 4 mm Disegno misto con scanalature per l’acqua
Prestazioni ad alte temperature Non ottimali, sconsigliato l’utilizzo Molto buone, anche se non come quelle delle gomme estive
Prestazioni a basse temperature Ottimali, consigliato l’utilizzo anche più delle 4 stagioni Molto buone anche se non al livello delle gomme invernali
Prezzo In media circa 120 euro a gomma In media circa 90 euro a gomma

Se si abita nelle zone sopra indicate e difficilmente ci si deve spostare su terreni innevati - per i quali comunque occorrono sempre le catene da neve - è possibile provare gli pneumatici 4 stagioni. Per tutti gli altri automobilisti è meglio alternare le estive alle invernali.

Inoltre, per ogni set di gomme scelto è importante la corretta manutenzione, con il battistrada mai sotto i 4 millimetri e con la giusta pressione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Pneumatici

Argomenti:

Pneumatici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.