Senza volante e senza pedali: ecco la guida autonoma di General Motors - VIDEO

General Motors pensa alla guida autonoma e lo fa in modo radicale: ecco il concept dell’auto senza volante né pedali.

Senza volante e senza pedali: ecco la guida autonoma di General Motors - VIDEO

La guida autonoma è uno degli elementi più intriganti sul futuro della mobilità, e dopo tante case automobilistiche arriva anche il progetto di General Motors.

Il concept GM è molto più estremo di tutte le novità viste sinora al CES di Las Vegas perché prevede un’auto senza volante né pedali. L’utilizzo prefissato al momento è quello di un servizio di taxi robot, con la prima auto disponibile nel 2019.

General Motors a guida autonoma, la petizione

Il colosso dei motori ha depositato la petizione alla National Highway Traffic Safety Administration, l’agenzia governativa statunitense del Dipartimento dei Trasporti in cui richiede l’autorizzazione a portare in strada una flotta di Chevrolet Bolt autonome senza volante né pedali, o altri controlli manuali a disposizione del conducente/passeggero, in vista del lancio di un servizio di car sharing robot dal 2019.

Il governo degli Stati Uniti prevede dei requisiti per i veicoli guidati dall’uomo che non sempre corrispondono a quelli guidati dall’intelligenza artificiale. Ad esempio, l’airbag nel volante è obbligatorio, ma un’auto che non prevede lo sterzo non risulta a norma. Per questo General Motors ha inviato una petizione per chiedere l’autorizzazione a mantenere questi standard di sicurezza e questi requisiti pur cambiando approccio.

Il concept di General Motors

Come si può vedere dal video promozionale, l’auto a guida autonoma di General Motors conserva gli interni già visti nella Chevrolet Bolt, ma senza volante né pedali. Si tratta di un’innovazione incredibile che trasformerebbe le automobili in taxi guidati dall’intelligenza artificiale, algoritmi e un voluminoso sistema di sensori e radar.

Realizzata con la startup Cruise Automation, acquisita da General Motors a maggio 2016, l’auto Bolt Cruise è ancora più innovativa rispetto ai concept delle altre case automobilistiche dato che finora ogni concorrente ha mantenuto i controlli manuali come pedali e volante, anche se quest’ultimo inizia a presentarsi in versione retrattile sulle auto più avanzate.

Il progetto somiglia alle auto del futuro che nelle decadi passate venivano immaginate dalle menti più fantasiose: ora questo futuro potrebbe arrivare presto negli Stati Uniti nel 2019.

Se l’agenzia governativa dei trasporti darà via libera al progetto, General Motors dovrà iniziare a lavorare con i singoli Stati per la circolazione dei veicoli.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Guida Autonoma

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

5 giorni fa

Renault a guida autonoma dal 2023

Renault a guida autonoma dal 2023

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

6 giorni fa

Byton, caratteristiche del suv elettrico cinese

Byton, caratteristiche del suv elettrico cinese

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

1 settimana fa

Tutte le auto al CES 2018: le novità automotive da Las Vegas

Tutte le auto al CES 2018: le novità automotive da Las Vegas

Commenta

Condividi