Domanda pensione quota 100, quando per i dipendenti della PA

Lorenzo Rubini

11 Giugno 2021 - 14:48

condividi

Come va presentata la comanda di pensione quota 100 per i dipendenti della Pubblica Amministrazione e quando tempo prima devono essere presentate dimissioni?

Domanda pensione quota 100, quando per i dipendenti della PA

La quota 100 per i dipendenti pubblici prevede obbligatoriamente di dare al proprio datore di lavoro un preavviso di 6 mesi. Vediamo, quindi, quando presentare domanda di pensione e quando, invece, presentare domanda di dimissioni con relativo preavviso.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera,
Sono una dipendente della PA, dovendo fare domanda per quota 100 vorrei avere una vostra risposta, in quanto me ne hanno date tante e tutte diverse.
A settembre di quest’anno maturerò 39 anni di contributi e il 24 novembre compirò 62 anni di eta’. Quindi posso fare domanda per quota 100. La mia domanda e’ : in che data, mese devo presentare la domanda di DIMISSIONI al mio datore di lavoro? Dovrò andare in pensione il 1° giugno del 2022, la domanda di PENSIONE posso farla lo stesso giorno in cui avrò compiuto i 62 anni, cioè a partire dal 24 novembre?
Grazie in anticipo”.

Domanda pensione quota 100

Per il dipendente della pubblica amministrazione è obbligatorio, quando si accede alla pensione con la quota 100, presentare dimissioni al proprio datore di lavoro dando almeno 6 mesi di preavviso. Avendo decorrenza il diritto alla sua pensione, anche in virtù della finestra di attesa di 6 mesi prevista per i dipendenti della PA, il 1 giugno 2022, dovrà presentare dimissioni tenendo conto di questa data.

La decorrenza delle sue dimissioni dovrà essere in ogni caso il 31 maggio 2022 ma dovrà presentarla non appena compie i 62 anni (per comprendere all’interno della dimissioni i 6 mesi di preavviso obbligatorio da dare alla sua amministrazione).

La domanda di pensione, invece, può essere presentata anche in un secondo tempo visto che l’INPS da una corsia preferenziale alle domande di pensione con la quota 100, impiegando per la lavorazione e l’accettazione delle stesse circa 60 giorni. Se la cosa, in ogni caso, la fa essere più tranquilla può presentare domanda di pensione anche contestualmente a quella delle dimissioni, visto che avrà raggiunto per tale data entrambi i requisiti di accesso al pensionamento con quota 100.

Determinante, però, nel caso dei dipendenti pubblici è la tempistica di presentazione, non tanto della domanda di pensione quanto di quella di dimissioni poiché se non si rispetta il preavviso obbligatorio di 6 mesi (previsto appositamente dal decreto 4/2019, lo stesso che ha introdotto la quota 100 sperimentale per 3 anni)

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it