Dieselgate, quanto è costato agli automobilisti?

Ecco a quanto ammonta il danno economico che gli scandali sul Diesel hanno causato agli automobilisti in Europa negli ultimi anni.

Dieselgate, quanto è costato agli automobilisti?

Non solo il Dieselgate, ma anche tutti i piccoli scandali legati al motore a gasolio degli ultimi anni hanno causato ingenti danni economici agli automobilisti europei e all’ambiente.

Non a caso, oggi il Diesel è a margine del settore automotive, destinato ad estinguersi nei prossimi dieci anni e obbligato a rinnovarsi con standard di inquinamento sempre più rigidi.

Un rapporto dell’ente Europeo Transport & Environment mostra che il danno economico per gli automobilisti europei ammonta a circa 149,6 miliardi di euro spesi negli ultimi 18 anni in carburante extra che sarebbero stati risparmiati se le case automobilistiche non avessero manipolato i dati sui consumi effettivi.

Dieselgate, quanto è costato agli automobilisti?

La manipolazione dei sistemi di scarico eseguita dai costruttori per ottenere più facilmente l’omologazione delle vetture, oltre che una frode, è stata un danno economico per gli automobilisti

Solo nello scorso anno, in Europa sono stati spesi circa 23,4 miliardi di euro, mentre in Italia gli automobilisti hanno speso dal 2000 al 2017 16,4 miliardi di euro.

La nazione più colpita è stata la Germania, terra natia del gruppo Volkswagen, tra i più coinvolti negli scandali, e un Paese dove storicamente la motorizzazione Diesel ha sempre incontrato il favore dei consumatori. Gli automobilisti tedeschi negli ultimi 18 anni hanno speso 36 miliardi di euro.

In Europa, dopo i tedeschi, i più colpiti sono stati i britannici, con 24,1 miliardi di euro, i francesi con 20,5 miliardi e gli spagnoli con 12 miliardi.

Diesel: scandali, truffe, danni

I danni delle manomissioni sui motori Diesel non sono stati soltanto economici ma anche ambientali. Lo studio dimostra che negli ultimi 18 anni sono stati prodotti 264 milioni di tonnellate di anidride carbonica in più.

La differenza tra i valori di inquinamento in fase di omologazione e quelli effettivi è salita dal 9% del 2000 al 42% del 2016.

Secondo Greg Archer, Clean Vehicles Director di Transport & Environment, l’innalzamento dei limiti di CO2 di 10g/km introdotto con lo standard WLTP permetterà ai costruttori di raggiungere i target di riduzione del 15% di CO2 imposti dalla Commissione Europea entro il 2025, poiché la severità è stata quasi dimezzata.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Diesel

Argomenti:

Diesel Volkswagen

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

ieri

Volkswagen T-Roc, doppio Porte Aperte per il lancio della 1.6 TDI

Volkswagen T-Roc, doppio Porte Aperte per il lancio della 1.6 TDI

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

2 giorni fa

Stabilità sul prezzo dei carburanti alla vigilia del weekend

Stabilità sul prezzo dei carburanti alla vigilia del weekend

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

2 giorni fa

Diesel o GPL: quale auto conviene comprare? Pro e contro

Diesel o GPL: quale auto conviene comprare? Pro e contro

Commenta

Condividi