Debiti PA: online la nuova piattaforma per la cessione dei crediti con le pubbliche amministrazioni

icon calendar icon person
Debiti PA: online la nuova piattaforma per la cessione dei crediti con le pubbliche amministrazioni

Si tratta di un marketplace: una piattaforma online dove è possibile cedere alle banche i crediti certificati con le pubbliche amministrazioni.

La nuova piattaforma online nasce da progetto di Officine MC, società che si occupa della gestione dei crediti all’interno del gruppo Officine Cst, che ha pensato di creare uno strumento digitale, nella fattispecie un marketplace, per permettere alle imprese e alle stesse amministrazioni locali di cedere alle banche i crediti certificati nei confronti della Pubblica Amministrazione. Si tratta di luogo virtuale, propriamente un mercato, dove le aziende mettono in vendita i crediti verso PA e gli istituti di credito possono rilevarli. L’obiettivo di Officine MC è quello di permettere, sia alle aziende medio-grandi che alle piccole e medie imprese, che vantano crediti certificati di monetizzarli, attraverso un portale online dedicato in particolare a istituti finanziari potenzialmente interessati all’acquisto.

Crediticertificati.it – questo il nome della piattaforma – consente di cedere alle banche i crediti riconosciuti e certificati dalla Pubblica Amministrazione, con la formula del pro-soluto, ovvero con quella tipologia contrattuale che imputa la responsabilità di una eventuale inadempienza del debito al solo debitore (ovvero alla Pubblica Amministrazione) e in nessun modo al creditore originario (le imprese). Sul nuovo portale potranno essere ceduti non solo i crediti assistiti dalla garanzia totale dello Stato, che ha sbloccato, tramite la Cassa Depositi e Prestiti, uno specifico fondo ma anche i crediti non assistiti da garanzia statale.

A tal proposito è necessario ricordare che anche nel DL 66/2014, ovvero nel cosiddetto Decreto Irpef, era contenuta una misura in base alla quale dovrebbe essere possibile ottenere la certificazione di tutti i crediti, accumulati prima del 31 dicembre 2013, certi, liquidi ed esigibili.
Il ministero dell’Economia ha inoltre stanziato 150 milioni di euro che, attraverso Cassa Depositi e Prestiti, dovrebbero servire da copertura e da garanzia per i primi 1,9 miliardi di crediti già certificati che potrebbero essere, presto, ceduti alle banche. La somma stanziata dal MEF confluirà in un fondo ad hoc che sarà presto allargato, per far crescere in tempi breve la quota dei crediti garantiti a poco più di 13 miliardi.

Al fine di facilitare le imprese italiane, Officine MC ha già stretto i primi accordi con Federlazio, PMItalia e Anaste mentre ulteriori convenzioni dovrebbero essere attivate a breve anche con Confapi e Assoimprese.

Secondo l’amministratore delegato del gruppo Officine Cst, Giampiero Oddone, il governo Renzi ha fatto rilevanti passi in avanti nell’annosa questione dei debiti della Pubblica Amministrazione e della loro cessione, poiché ha proceduto a una semplificazione delle procedure e ha detassato la vendita dei debiti stessi, rendendoli un investimento maggiormente appetibile per le banche, tuttavia

“nonostante il grande passo in avanti effettuato, la presenza di un numero rilevante di imprese esposte verso la PA, con crediti spesso di importo contenuto verso un numero rilevante di debitori, comporta problematiche operative e procedurali che possono compromettere il successo delle operazioni. In questo contesto, il marketplace crediticertificati.it è lo strumento ideale attraverso il quale le aziende, anche di piccole dimensioni, possono mostrare i propri crediti in modo trasparente agli investitori, spuntare le migliori condizioni e ricevere l’assistenza necessaria alla cessione degli stessi”.

Stai scrivendo come:

*I messaggi verranno valutati dalla redazione e saranno pubblicati se ritenuti idonei.

Il tuo commento