Byton, caratteristiche del suv elettrico cinese con 400 km di autonomia

Byton è il nuovo marchio cinese di auto elettriche: scopriamo i dettagli del modello presentato al CES di Las Vegas.

Byton, caratteristiche del suv elettrico cinese con 400 km di autonomia

Byton è il nuovo marchio di auto elettriche che è riuscito ad imporsi all’attenzione dei maggiori costruttori per l’avveniristico suv a guida autonoma che ha promosso al CES di Las Vegas.

Nato dall’omonima startup cinese che ha alle spalle Tencent Holdings, il brand punta tutto sulle auto elettriche che in Cina costituiscono una fetta di mercato destinata a moltiplicarsi nei prossimi anni e che sembrano aver rubato la scena agli smartphone.

Lo stesso vale per la smart mobility, futuro tecnologico del settore automotive che sorride a un Paese emergente facendo coincidere la domanda di veicoli in costante aumento alle esigenze e le nuove rivoluzioni hi-tech del settore.

Byton, caratteristiche del suv

Byton ha presentato un modello crossover con le dimensioni di un suv, in cui si trovano i più recenti accorgimenti tecnologici tra guida autonoma, riconoscimento facciale e un’autonomia che mette a tacere i detrattori.

Nello stile, ricorda molto le auto occidentali, in particolare le Land Rover, anche se con dettagli diversi: maniglie inesistenti, luci a Led, niente specchietti ma solo videocamere. Interni in legno e pelle personalizzabili - nella versione definitiva potranno essere scelti sull’app - e tanti schermi Shared Experience Display con cui tutti i passeggeri possano rilassarsi quando la macchina procede autonomamente.

Inoltre, Byton dispone di un software che sarà esportato su altre automobili di altre marche e riguarda l’assenza della chiave: il riconoscimento facciale e l’assenza di portiere sono collegati dal fatto che non ci sarà bisogno di utilizzare la chiave né per aprire l’auto né per accenderla, visto che si baserà tutto sui tratti somatici del guidatore proprio come per i più recenti smartphone.

Autonomia e guida autonoma della Byton

Il suv elettrico ha 402 chilometri di autonomia con una singola carica, grazie a una batteria da 71 kWh che riuscirà a ricaricare 241 km in 20 minuti. Nei progetti c’è una versione 4x4 con 530 km di autonomia.

La Byton è fatta per la guida autonoma, e la casa ha confermato la collaborazione con Aurora, già a lavoro con Volkswagen e Hyundai, per lo sviluppo della tecnologia driverless.

Nei programmi del marchio c’è una flotta composta anche da una berlina e una monovolume.

Auto elettriche Byton: cinesi occidentali

La nuova auto di cinese ha poco: a capo del progetto c’è Carsten Breitfeld, ex BMW già alla guida del programma della i8, il design è poi progettato in Germania, mentre il software che regola la guida autonoma e si appoggia ad un cloud di proprietà nasce in California. A questo vanno sommati i 320 milioni di dollari di investimenti esterni che finanzieranno l’impresa.

Da alcune caratteristiche come la plancia e il grande display di bordo, viene naturale pensare che la start up non è determinata soltanto a lanciare una propria linea di auto, quanto a vendere i propri software per altre case automobilistiche, sfidando le tedesche Bmw e Mercedes che invece sulla chiave smart puntano parte delle future innovazioni.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Smart mobility

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

2 settimane fa

Traffico, le 10 città più congestionate al mondo

Traffico, le 10 città più congestionate al mondo

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

3 settimane fa

Mercedes con chiave elettronica, attenzione al furto d’auto - VIDEO

Mercedes con chiave elettronica, attenzione al furto d'auto - VIDEO

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

3 settimane fa

Renault-Nissan-Mitsubishi è il primo costruttore al mondo

Renault-Nissan-Mitsubishi è il primo costruttore al mondo

Commenta

Condividi