Avvocati, tutte le agevolazioni della Cassa forense per i neo iscritti

L’iscrizione alla Cassa forense è obbligatoria; tuttavia per i neo iscritti ci sono importanti agevolazioni sul contributo soggettivo e integrativo. Ecco le misure previste per gli avvocati con meno di 8, 6, 5 e 4 anni di iscrizione.

Avvocati, tutte le agevolazioni della Cassa forense per i neo iscritti

Tutti gli avvocati sono obbligati ad iscriversi alla Cassa forense e a versare i contributi previdenziali, integrativi e di maternità. I neo iscritti però hanno diritto ad agevolazioni consistenti sia per quanto riguarda il contributo minimo soggettivo che per il contributo minimo integrativo.

Questa regola si estende a coloro che risultano iscritti alla Cassa da meno di 6 anni oppure da meno di 8 anni, se rientrano in una determinata fascia di reddito professionale.

Si ricorda che a partire dal 2012 l’iscrizione alla Cassa forense è diventata automatica e avviene contestualmente all’iscrizione del professionista all’Albo degli avvocati. Invece i praticanti avvocato possono scegliere se iscriversi oppure no al registro speciale dedicato ai praticanti e sono esentati dai versamenti previdenziali dovuti.

In questo articolo tutte le agevolazioni fiscali per i neo iscritti e il pdf del Regolamento della Cassa forense. Ecco i dettagli.

Cassa forense: contributo minimo soggettivo ridotto per i neo iscritti

L’articolo 7 del Regolamento della Cassa forense prevede un’importante agevolazione contributiva per i primi anni d’iscrizione alla Cassa previdenziale.

Per quanto riguarda il contributo minimo soggettivo questo viene ridotto nella misura:

  • della metà, per gli iscritti alla Cassa forense da meno di 6 anni se l’iscrizione è avvenuta prima del compimento del 35° anno di età;
  • della metà, per gli iscritti alla cassa forense da meno di 8 anni (anche non continuativi) dichiara un reddito professionale annuo inferiore a 10.300 euro.

I praticanti avvocato, invece, la cui iscrizione è facoltativa, sono completamente esonerati dal versamento del contributo minimo soggettivo.

Agevolazioni Cassa forense per neo-iscritti: il contributo minimo integrativo

Altre agevolazioni sono previste anche per il contributo minimo integrativo. La Cassa forense prevede che tale contributo sia:

  • non dovuto, per praticanti e avvocati iscritti da meno di 5 anni alla Cassa;
  • ridotto della metà, per gli avvocati iscritti da meno di 4 anni, sempre che l’iscrizione alla Cassa sia avvenuta prima del compimento del 35°anno di età.

In allegato il Regolamento della Cassa forense con gli obblighi previdenziali degli avvocati, gli importi dovuti e le agevolazioni per i neo-iscritti (articolo 7):

Regolamento della Cassa forense, attuazione dell’articolo 21 della legge 247/2012

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \