Alitalia - Etihad: per l’Ue non c’è fretta

icon calendar icon person

(Radiocor) - La Commissione europea non ha fretta di chiudere l’inchiesta su chi esercita il controllo di fatto di Alitalia-Etihad.
L’impressione e’ che abbia adottato la strategia dei tempi lunghi per vedere come muove i primi passi la compagnia aerea. E che non sembrano attualmente esserci grandi preoccupazioni su chi detiene il controllo: se si temesse che il controllo di fatto fosse nelle mani di Etihad la Commissione sarebbe intervenuta prima di pronunciarsi sull’acquisto da parte di Etihad del 49% della societa’ italiana o contestualmente a tale decisione. «La decisione antrust e’ stata presa, la proprieta’ e il controllo delle compagnie aeree e’ una procedura separata con una diversa base legale e l’inchiesta sul caso Alitalia/Etihad e’ in corso, la Commissione ha ricevuto la documentazione dalle autorita’ italiane e non e’ fissata una scadenza per la nostra analisi, non ci sono limiti di tempo legali per la conclusione», ha spiegato a Il Sole 24 Ore Radiocor il portavoce della Commissione per i trasporti Jakub Adamowicz.
Lo scenario e’ il seguente: Bruxelles non avrebbe motivi per sollevare un problema sul controllo, ma vuole mantenere una sorta di «interventismo vigilante» sul caso per vedere come viene gestita la nuova situazione aziendale

Stai scrivendo come:

*I messaggi verranno valutati dalla redazione e saranno pubblicati se ritenuti idonei.

Il tuo commento